1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

La Cgil non firma il biennio 2004-2005, una pagina nera per i medici

Dichiarazione di Massimo Cozza, segretario nazionale FP CGIL Medici
L'odierna e definitiva firma all'Aran del secondo biennio economico 2004-2005 del contratto rappresenta una pagina nera per i medici, i veterinari ed i dirigenti della sanità pubblica.
La qualità del lavoro per i medici e dei servizi per i cittadini è messa in pericolo da un contratto che persegue una miope politica di monetizzazione del disagio, invece di mirare ad una qualificata politica occupazionale.
Alla beffa di un contratto chiuso con trenta mesi di ritardo si aggiunge l'amarezza per la scelta di penalizzare la retribuzione e la professionalità dei medici e dei veterinari.
La condivisione che abbiamo avuto negli ospedali e nei servizi territoriali alla nostra posizione critica, ha determinato pertanto la scelta di non firmare il contratto definitivo, in coerenza con le nostre ragioni.
Il contratto prevede una aumento di 254 euro lordi mensili, ma in realtà si tratta di soldi incerti per molti medici, determinando un peggioramento della qualità del lavoro.
L'aumento che poteva essere garantito a fine mese, pensionabile e valido per la liquidazione, può essere raggiunto solo con l'effettuazione di più guardie notturne, lavorando anche oltre le 38 ore, e subendo una decurtazione in occasione di ferie e malattia. E con una penalizzazione maggiore per i medici ospedalieri non soggetti a guardie e per i medici del territorio.
L'istituzione di un nuovo livello economico per gli ex aiuti, lasciati con pochi euro penalizzando ancora una volta la professionalità rispetto agli incarichi gestionali, accentua la gerarchia ed è iniquo per gli ex assistenti equiparati che svolgono lo stesso lavoro.
Infine i medici ed i veterinari con meno di 15 anni di anzianità avranno solo l'aumento del tabellare (141 euro lordi mensili a fronte di un aumento medio di 254 euro), rimanendo senza riconoscimento alcuno della loro professionalità.
Dopo la nostra mancata firma, ci batteremo con coerenza contro i danni e le iniquità di questo secondo biennio economico 2004-2005, per la valorizzazione della esclusività di rapporto e per la professionalità e la qualità del nostro lavoro, a partire dal prossimo rinnovo contrattuale relativo al quadriennio 2006-2009, per il quale non accetteremo nessuna moratoria.

Roma, 5 luglio 2006



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. RT @fpcgilbo: @Bologna @FpCgilNazionale @FPCGILER @CgilBologna Minacce e insulti a Delegato e Funzionario della FP-CGIL di Bologna - "Nonâ€... 23 ore fa 18/07/2019 09:08 1151750613866287105
  2. RT @cgilnazionale: La scomparsa di #Camilleri lascia un grande vuoto di passione civile. La sua vita e il lavoro sono sempre stati testimonâ... ieri 17/07/2019 12:42 1151442162745262080
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico