1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Comunicato unitario

Coordinamento Nazionale Giustizia Amministrativa

SIGLATA L'IPOTESI DI ACCORDO SUL FUA 2010



In data 5 novembre come vi avevamo ampiamente preannunciato, si è svolto l'incontro per la discussione degli istituti da inserire nel FUA 2010.

Per evitare ulteriori equivoci vi comunichiamo immediatamente quali sono le novità rispetto agli anni precedenti.

E' stata istituita in via sperimentale per gli ultimi due mesi del 2010 una indennità denominata "FLESSIBILITA' ORGANIZZATIVA". Si tratta di una somma incentivante che prevede una prestazione STRAORDINARIA di 8 ore mensili "oltre la copertura dell'orario ordinario di lavoro nel rispetto degli istituti contrattuali vigenti" da espletare in forma volontaria.

L'indennità è differenziata a seconda dell'area di appartenenza:
Area I euro 200
Area II euro 250
Area III euro 300.

Tale indennità sostituisce il compenso incentivante per organico disagiato che fino ad oggi è stato percepito mensilmente.

Da precisare che si tratta di un evento straordinario, pertanto le stesse ore verranno pagate anche con lo straordinario.

Per chi non potesse o non volesse optare questo istituto resta ferma la possibilità di usufruire del PREMIO DI QUALITA' ED ELEVATA PRODUTTIVITA' corrisposto nella misura minima di Euro 178,00 incrementato del 2% in relazione alla fascia economica rivestita, il risultato della mediazione è stato di togliere la limitazione percentuale in quanto nella proposta dell'Amministrazione era del 10%.

Il rischio lo sapevate già era di perdere questa somma mensilmente, in effetti si tratta di una misura analoga a quella fino ad oggi percepita.
Non è un risultato scontato quello ottenuto, soprattutto in un momento come questo!

Chiaramente i due istituti non sono cumulabili.

Le scriventi OO.SS.: CGIL FP - CISL FPS - UIL PA - avevano presentato all'Amministrazione tre ipostesi di intervento (che per conoscenza si allegano alla presente). L'Amministrazione ha ritenuto più idonea la prima ipotesi, cioè quella che è stata poi inserita nell'accordo siglato.
Dobbiamo riferire che la soluzione è stata ampiamente discussa sia tra le parti sindacali che con l'Amministrazione, al fine di addivenire ad un buon accordo che contempli le esigenze del personale e dell'Amministrazione.

Non si tratta di un prolungamento dell'orario di lavoro da 36 a 38 ore come pareva prospettato dall'Amministrazione e caldeggiato da altra sigla sindacale. Tale soluzione è parsa immediatamente inopportuna, tanto è vero che l'orario di lavoro non si può e non si deve modificare all'interno del contratto integrativo. Un accordo siglato con 38 ore settimanale avrebbe creato un pericoloso ed inopportuno precedente.
Nella stessa sede si è concluso l'iter per la definizione dei criteri per le progressioni economiche. Le progressioni avranno decorrenza economica 1° gennaio 2009 per coloro che hanno maturato, alla stessa data, due anni nella posizione economica immediatamente inferiore a quella cui si concorre, e 1° gennaio 2010.

Infine è stato siglato un accordo per la proroga fino al 31.12.2010 dei progetti speciali di cui alla Legge 69/2009.

Entro il mese di dicembre, nelle more del perfezionamento dei contratti, potrebbe essere pagato il saldo del FUA 2009.

Alla presente sono allegati tutti i documenti oggetto dell'incontro.

Sarà cura delle scriventi informarvi di ogni ulteriore avvenimento.

Roma, 8 novembre 2010


CGIL FP CISL FPS UIL PA
Giuliana Sgreccia Giosuè Perrella Elisabetta Argiolas
Tiziana Giangiacomo Paola Ristori


 
 
 
 
 
 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico