1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

Quesiti

Obbligo di concessione aspettativa per incarico UE

Quesito
Vi sarei grato se mi poteste fornire delucidazioni in merito alla possibilita' per un dirigente medico SSN di ottenere un periodo di aspettativa per svolgere un incarico presso una struttura sanitaria pubblica della Comunita' Europea (GB). La ASL di appartenenza è comunque obbligata a concedere l'aspettativa e fino a che periodo massimo?
E se si trattasse di una assunzione all'estero a tempo indeterminato con quale modalità e quanto a lungo sarebbe possibile conservare il posto di lavoro SSN in regime di aspettativa?
Infine sarebbe possibile effettuare una "ricongiunzione" ai fini pensionistici al termine del periodo di lavoro all'estero?

Risposta
La normativa riguardante l'aspettativa è stata modificata dall'Art. 10 del CCNL integrativo di quello del 1998/2001 dell'area della dirigenza medico-veterinaria, sottoscritto in data 10/02/2004.
Vengono riportati, di seguito, i punti di interesse (riguardanti il quesito) di tale art. 10:

Art. 10 Aspettativa
1. Al dirigente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato che ne faccia formale e motivata richiesta, compatibilmente con le esigenze di servizio, possono essere concessi periodi di aspettativa per esigenze personali o di famiglia senza retribuzione e senza decorrenza dell'anzianità, per una durata complessiva di dodici mesi in un triennio.
..Omissis..
8. L'aspettativa senza retribuzione e senza decorrenza dell'anzianità è altresì concessa al dirigente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, a domanda, per:
Omissis...

a) un periodo massimo di sei mesi se assunto presso la stessa o altra azienda ovvero ente o amministrazione del comparto, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato ed incarico di direzione di struttura complessa, ai sensi degli artt. 15 e segg, del d. lgs. 30 dicembre 1992, n. 502;

b) tutta la durata del contratto di lavoro a termine se assunto presso la stessa o altra azienda o ente del comparto, ovvero in altre pubbliche amministrazioni di diverso comparto, o in organismi della Unione Europea, con rapporto di lavoro ed incarico a tempo determinato;

9. Il dirigente che non intende riprendere servizio, al termine dell'aspettativa di cui al comma 8, lett. b), è esonerato dal preavviso purchè manifesti per iscritto la propria volontà 15 gg prima. Il preavviso non è comunque richiesto nell'ipotesi di cui alla lett. a) o se il dirigente non rientra al termine del periodo di prova presso altra azienda.

10. Il presente articolo sostituisce l'art. 19 del CCNL 8 giugno 2000 dalla data di entrata in vigore del presente contratto. Si conferma la disapplicazione dell'art. 47 del D.P.R. 761/1979.

Dal chè si evincono i seguenti punti:

1. Il comma 1 chiarisce che l'Azienda o Ente non è obbligata a concedere l'aspettativa;
2. La durata massima è quella prevista dal nuovo CCNL a tempo determinato;
3. Per un novo contratto a tempo indeterminato, la durata massima coincide con il periodo di prova presso la nuova azienda, e quindi di 6 mesi max.



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico