1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Carceri: saltate assunzioni di 1600 poliziotti. Lo denunciamoda anni. Governo smascherato

Comunicato Stampa di Francesco Quinti
Resp. Nazionale Comparto Sicurezza

                   
 
Da ormai due anni denunciamo la mancata copertura per le assunzioni dei poliziotti penitenziari. Assunzioni promesse a pi¨ riprese dall'Ex Ministro della Giustizia Angelino Alfano, da ultimo stabilite con l'art.4 della legge 26 novembre 2010, n199, e assicurate in una farsesca conferenza stampa in cui l'attuale segretario del Popolo delle LibertÓ dichiar˛ lo stato di emergenza delle carceri alla presenza del Capo del Dap e del Presidente del Consiglio.
 
A quanto ci risulta, la Ragioneria Generale dello Stato ha dato parere negativo al Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria (Dap) in merito a tali assunzioni. Un fatto che confermerebbe le nostre denunce, alle quali Alfano e il suo staff hanno sempre risposto con trionfalistiche dichiarazioni, salvo poi dover ridimensionare il numero delle assunzioni, passate dagli oltre 2000 dell'esordio a poco pi¨ di 1600. Assunzioni mai davvero finanziate, quindi inesistenti.
 
L'ultimo botta e risposta si era concluso con l'accusa alla Fp-Cgil di "aver perso l'ennesima occasione per evitare una sterile polemica". Sempre nella stessa nota dello staff dell'ex Ministro Alfano si autocelebravano le capacitÓ del "Governo del fare, pronto a fronteggiare le emergenze con tempestivitÓ e concretezza".
 
Il Ministro Palma ha un'occasione unica, irripetibile. Dire la veritÓ, smetterla con questo balletto delle responsabilitÓ, con i toni da cavalieri coraggiosi. La crisi delle carceri ha radici antiche, ma l'immobilismo del Governo ha paralizzato di fatto il sistema.
 
All'appello mancano 6000 agenti, e degli oltre 37.000 in organico solo 18.000 prestano servizio effettivo dentro le strutture. Una situazione esplosiva che chiama in causa la diretta responsabilitÓ politica di questo Governo, un'ingiustizia per chi nella carceri lavora in una situazione di costante rischio e per chi vi Ŕ detenuto in condizioni disumane. Il Ministro faccia chiarezza. Ma soprattutto si attivi per garantire nuove assunzioni. Potrebbe essere l'inizio di un percorso di riforma basato sulla concretezza.



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. RT @FPCGILER: ├ł importante esserci per non dimenticare #stragediBologna #2agosto1980 https://t.co/LB1RN1OJh3... 13 ore fa 02/08/2021 10:17 1422109320590811136
  2. ? ?????? ?????????? ????: ????? ???????????? ? Oggi #29luglio dalle 16 in diretta su https://t.co/dBUZk56pYX c'├ĘÔÇŽ https://t.co/NMqV53aICo... 4 giorni fa 29/07/2021 11:35 1420679238655565826
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico