Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

 

News

 

Dai territori - Sciopero il 28 novembre DP Ancona

 

I COORDINAMENTI PROVINCIALI

AL PERSONALE
ALLA DIREZIONE REGIONALE
    ALLA DIREZIONE PROVINCIALE
ALLA DIREZIONE GENERALE
      ALLE OO.SS. NAZIONALI

Siamo arrivati al momento topico dello sciopero nella DP di Ancona, le ragioni ci sono tutte: crescenti carichi di lavoro in assenza di sostituzioni di colleghi che lasciano il servizio a vario titolo, spostamenti unilaterali, intemperanze e aggressioni verbali, esasperazione e confusione,   possibile soppressione di team de localizzati, ecc. ecc.. Senza perdere di vista lo scenario generale, tutt'altro che rassicurante, occorre agire necessariamente anche sul posto di lavoro.
La questione non è di poco conto, perché attiene a quel clima interno che deve essere necessariamente sereno come comunità di lavoro dovendo altresì controbattere ogni giorno a dei contribuenti, che spesso non tengono conto della nostra funzione essenziale e del nostro ruolo, per garantire ai cittadini equità e servizi pubblici.  Anziché porre questa problematica con forza, cercando tutte le convergenze possibili, si infierisce sul personale.
Avremmo voluto volentieri evitare questa prova di forza, ma se gestire vuol dire usare "Il bastone del comando", allora ci dispiace, non ci stiamo!! L'autoritarismo non dovrebbe esserci né ora né mai, né qui, né altrove, anche perché i documenti dell'Agenzia parlano in termini molto chiari.
Non  ci ha entusiasmato l'idea di un innalzamento dello scontro a livello locale, ma nessun segnale è giunto, anzi, ci sono arrivate notizie di convocazioni di colleghi addirittura anche nella giornata della proclamazione dello sciopero. Si chiede alla DR una verifica e comunque, se risultasse vero sarebbe un mero comportamento antisindacale e sanzionabile anche dal punto di vista penale.
Per quanto sopra esposto, invitiamo di nuovo il personale tutto allo sciopero proclamato per il 28 novembre 2011.
Ancona, 25 novembre 2011
 

MICUCCI-LODOLINI-BOSI-BUSTI

 
 

 

AL PERSONALE
ALLA DIREZIONE REGIONALE
ALLA DIREZIONE PROVINCIALE
ALLA DIREZIONE GENERALE
ALLE OO.SS. NAZIONALI
ALLE OO.SS. REGIONALI

 
 

Oggetto: sciopero del 28 novembre 2011
 
 
 

 
Le scriventi OO.SS.

 

ringraziano infinitamente

chi ha creduto nella civiltà e nel diritto delle regole;

stigmatizzano

 chi è stato fuorviato o chi non ha creduto che, solo tramite le regole, si possa convivere in un ambiente di lavoro ma mirano su una comunità clientelare e servile e chi, parte pubblica, ha usato ogni strumento in suo possesso fino al contatto "porta a porta" o tramite suoi "scudieri"  per IMPEDIRE che lo sciopero avesse un risultato ben più importante e ampio;

 valutano in modo preoccupante

 la totale assenza della Direzione Regionale e dei suoi dirigenti che hanno avuto un mero ruolo di osservatori esterni che, invece di prevenire i conflitti, li hanno osservati , attesi ed aspettati, al punto da chiedersi che ruolo hanno nella piramide gestionale dell'Agenzia e se non possano essere meglio utilizzati in altre attività operative provinciali;

ricordano

 che nessuno può, oggi, garantire la valutazione annuale da parte dello stesso Dirigente che ha conferito, a suo tempo, incarichi ai sensi dell'art. 18 e che opportunamente, dovrebbero essere valutati da una commissione totalmente esterna;

 invitano

 le OO.SS. Regionali e Nazionali a trovare sistemi diversi dall'attuale per garantire il rispetto dei diritti fondamentali;

 chiedono

  che la Direzione Regionale e la Direzione Centrale si attivino per definire e risolvere con immediatezza le criticità ormai non più sanabili per una corretta e proficua convivenza all'interno della Direzione Provinciale, dove anche in situazioni critiche ed esasperate come queste, il personale ha trovato la forza e l'orgoglio di produrre ottimi risultati, malgrado continue e prolungate vessazioni.
 
Ancona, 28 novembre 2011
 

                                     MICUCCI-LODOLINI-BOSI-BUSTI

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito