1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Occupazione Culturale
 

Di seguito l'elenco delle prime adesioni  alle giornate di occupazione culturale, pur comprendendo lo sforzo organizzativo in vista dello sciopero generale, vi invitiamo ad aderire alle manifestazioni territoriali indette dalle varie associazioni che fanno parte della coalizione "Abbracciamo la cultura" insieme alle Camere del Lavoro Territoriali, e laddove è possibile, concordare iniziative che coinvolgano luoghi del Ministero. Raccomandiamo a tutti la massima partecipazione portando libri e libri da scambiare nel corso delle iniziative.

FP CGIL MIBAC
Claudio Meloni
___________________________________________________________________________
 

Elenco parziale adesioni: 

Susanna Camusso (Segretario Generale CGIL),
Paolo Beni (Presidente Nazionale Arci),
Vittorio Cogliati Dezza (Presidente Nazionale Legambiente),
Tsao Cevoli (Presidente ANA-Associazione Nazionale Archeologi)
Viviana Girani (sceneggiatrice - direttivo SACT - Scrittori Associati di Cinema e Televisione)
Wilma Labate (regista),
Silvia Luzzi (attrice)
Elio Matarazzo (presidente associazione TAMTAM)
Prof. Federico Oliva (Presidente nazionale INU-Istituto Nazionale Urbanistica)
Giorgio Parisi (professore universitario di fisica)
Daniela Piscitelli (Presidente Nazionale AIAP-Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva),
Ettore Scola (regista),
Fausto Sebastiani (Presidente di Nuova Consonanza)
Sergio Staino (disegnatore),
Ciro Pesacane (presidente nazionale Associazione Forum Ambientalista)
Luigi Pallotta (Presidente FITEL)
Vittorio Silvestrini (Presidente Fondazione Idis Città della Scienza)
Bruno Torri (Presidente SNCCI - Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani)
Alessandro Trigona Occhipinti (Segretario Generale del Sindacato Nazionale Scrittori)
ANAC - Associazione Nazionale Autori Cinematografici) 
 

Comunicato

 
La crisi economica e politica che sta devastando la nostra società, sta mettendo seriamente a rischio il modello di convivenza civile che abbiamo faticosamente costruito dal dopoguerra ad oggi, minandone le stesse fondamenta e proponendo un modello individualistico antitetico a quello partecipativo.
In questo senso la cura e il rilancio dei temi della cultura - in particolare nel nostro Paese - può diventare volano per un nuovo modello di sviluppo economico e strumento per la costruzione di un'autonoma capacità di analisi e di critica di ciascun cittadino, senza le quali non può esserci né libertà, né democrazia.
Per questi motivi la coalizione "Abbracciamo la cultura" ha inteso promuovere due giornate di occupazione culturale, il 17 e 18 dicembre p.v., durante le quali i cittadini partecipino ad iniziative volte a valorizzare gli innumerevoli beni storici, archeologici, paesaggistici, assieme a quelle che coinvolgeranno i teatri, i cinema, le biblioteche, i musei, i luoghi della musica. Insomma, tutto ciò che è produzione culturale.
In occasione della mobilitazione generale, il giorno 18 dicembre p.v., saranno organizzate a Roma visite guidate gratuite (zona Porta Maggiore e S. Croce in Gerusalemme, ogni ora), a partire dalle ore 9.30 e fino alle ore 13.00, che confluiranno davanti all'Teatro Ambra Jovinelli, dove nel corso della mattinata si proporrà un esempio di book crossing, ove ciascuno potrà portare un libro e scambiarlo con altri. Infine, sempre nel corso della medesima mattinata, le "Donne di carta" (associazione di lettrici) realizzeranno una performance letteraria.
Opponiamoci ai tagli indiscriminati alla cultura ed alla conoscenza e, allo stesso tempo, riappropriamoci di un ruolo attivo per riconquistare il futuro della nostra Città!



  1. Stampa
 

Lavoro Pubblico