Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

News

Giustizia: da Severino valutazioni giuste e ricetta sbagliata. Non ripercorrere gli errori del Governo Berlusconi - Comunicato stampa di Salvatore Chiaramonte, Segretario Nazionale Fp-Cgil


La Ministra Paola Severino nella sua relazione alla Camera ha espresso preoccupazione per lo drammatica situazione in cui versa il sistema giudiziario italiano. Valutazioni condivisibili, alle quali però non vediamo corrispondere adeguati provvedimenti. L'impressione è che ci sia continuità con la disastrosa linea politica del Governo Berlusconi, fatto che ci fa essere doppiamente preoccupati.

Riteniamo che sia opportuno avviare un confronto rigoroso sui temi toccati nella relazione. A tal proposito siamo disposti a illustrarle la nostra proposta di riorganizzazione degli uffici giudiziari, presentata a Napoli lo scorso 12 gennaio e già inviata alla Ministra.

Sul tema della geografia giudiziaria, ad esempio, divergiamo nella valutazione, ritenendo che non sia possibile ridurre la presenza sul territorio senza valutare attentamente le specificità. Allo stesso modo non condividiamo le valutazioni sullo schema di Dlgs sui Giudici di Pace, che produrrà un sistema a più velocità scaricando i costi della giustizia sugli enti locali.

In generale riteniamo sbagliato tenere in piedi i provvedimenti tampone del Governo Berlusconi e del Ministro Alfano, come quello della manovra estiva che prevede giovani laureati impegnati a titolo gratuito per un anno come assistenti di studio negli uffici giudiziari e i vari provvedimenti propagandistici che oltre a non aver aumentato l'efficienza del sistema hanno aumentato le presenze in carcere e creato più confusione che velocizzazione.

Ci stupisce che la Ministra Severino non senta la necessità di confrontarsi su questi temi con gli operatori della giustizia, tra i pochi a poter delineare con facilità le falle e le disfunzioni del sistema, e che non intenda mettere mano ai pasticci, spesso voluti, del precedente esecutivo.


Roma, 19 gennaio 2012

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito