1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

DP I ROMA - Comunicato ai lavoratori

L'accordo  sul nuovo orario  di apertura al pubblico degli uffici territoriali   e  sul   nuovo orario di  lavoro del  personale di  tutte le articolazioni della DPI  apre una falla  che difficilmente riusciremo a tappare..
 
Non e' un caso che in tutta Italia  sono aperte vertenze, agitazioni e resistenze  alle  modifiche  che l'Agenzia vuole attuare  per  ampliare l'apertura al pubblico e  per  limitare e ridurre  la flessibilità nell'orario dei lavoratori.  
 
Come Fp Cgil , nel Lazio  abbiamo avviato un percorso chiaro, coerente e condiviso dai lavoratori nelle assemblee,  dando l'indicazione  di non firmare l'accordo nazionale del 14 ottobre u.s.  perché  trovavamo troppo deboli  le  garanzie  per i lavoratori  in  un progetto  scaturito da motivazioni altrettanto deboli  e  strategicamente  ridicole .
 
L'abbiamo detto in molti nostri comunicati : in questo grave momento economico, la lotta all'evasione fiscale  nell' Italia che  detiene  un record  che rappresenta una medaglia di  inciviltà , potrebbe invece significare la più grande battaglia per  l'equità. 
 
Per questo non si dovrebbe distogliere neanche un'ora  dalle attività di  controllo e contrasto all'evasione, comprese  quelle attribuite agli uffici territoriali ed e' veramente un insulto all'intelligenza di noi tutti sostenere che ampliare l'orario al pubblico dalle precedenti 24 ore alle previste 41 ore  di quest'accordo, non rappresenti una riduzione delle suddette attività.
 

Oltre quindi alla elevata portata strategica del progetto di ampliamento dell'orario al pubblico, che  tra l'altro  scaturisce , a detta dell'amministrazione, dall'alta percentuale di affluenza  di  cittadini che chiedono il codice fiscale (nel 2012 ancora non si riesce ad immaginare un'altra modalità per l'attribuzione?) questo accordo stipulato dai rappresentanti di Cisl Uil Salfi ed Flp cosa significherà per i lavoratori della DP I?
 
Innanzi tutto, come era  ragionevole pensare, la volontarietà con cui si sono riempiti la bocca i firmatari, diventa ininfluente per la riuscita dei nuovi orari di apertura al pubblico:

Quindi, a nulla è valsa l' estenuante trattativa  da noi condotta con tutta la  determinazione  e la forza che ci contraddistinguono, cercando di far capire all'amministrazione che era necessario per i lavoratori  procedere gradualmente ad una eventuale sperimentazione di ampliamento di orario al pubblico, perché le unità di personale non erano ancora sufficienti, chiedendo ulteriori corsi di formazione che potessero garantire la tranquillità del personale e la qualità del servizio da prestare ai cittadini.
 
Grazie a chi ha firmato questo scellerato accordo, le unità di personale impegnate nel front-office , già ora insufficienti  a coprire le attuali 24 ore , tra meno di  20 giorni  dovranno gestire ben 41 ore di pubblico!
 
Accordo che, come si legge chiaramente , prevede, nell'eventualità di carenza di adesioni alle fasce di flessibilità incentivata, di  costringere comunque  le unità suscettibili ad essere destinate al front-office  ad aderire ad una delle due fasce "speciali".
 
Eppure  i colleghi avevano espresso chiaramente la loro valutazione in tutte le nostre assemblee e nella mancata adesione volontaria al progetto,  fino all'ultima assemblea  indetta dalla Rsu in cui hanno bocciato l'accordo all'unanimità.
 
 Ma i lavoratori oltre alla CGIL chi li rappresenta?
 
Non di sicuro chi trionfalisticamente  sostiene che finalmente si stabiliscono 4 ore di durata massima giornaliera allo sportello (dove e' scritto?) né chi, mentendo, afferma che grazie esclusivamente al suo intervento non vengono tagliate tipologie di lavoro che  prevedono il buono pasto, né tantomeno chi pur avendo avuto solo un ruolo di comparsa durante tutte le riunioni si erge a paladino, accusando la nostra sigla, sempre presente e coerente, di essersi defilata dalla trattativa....
 
Ricordiamo che oltre alla RSU l'unica  O.S. che ha presentato una controproposta che potesse contemperare le esigenze dell'amministrazione (le 32 ore previste dalla circolare dell'agenzia) con quelle dei lavoratori (numero adeguato di personale al front-office, 4 ore max di sportello giornaliero, tipologie  di lavoro attuali, 2 fasce di flessibilità ognuna di un'ora, risorse  da investire come "progetto") e' stata la CGIL, ma come avevamo purtroppo paventato fin dall'inizio, l'amministrazione ha voluto comunque  attuare il progetto così come l'aveva elaborato, con tutte le insite criticità che  rappresenta per i lavoratori.
Criticità che sono apparse palesi, oltre che a noi, ai lavoratori che di fatto hanno respinto il progetto , ma di cui qualcun altro, chissa' per quale recondito motivo, non ha affatto tenuto conto,  sottoscrivendo l'accordo  e rendendolo ahinoi  attuabile dal 20 febbraio p.v..
 
A partire da quella data saranno sostituiti tutti i precedenti accordi sull'orario di lavoro dei soppressi Uffici Locali, cancellando la possibilità di usufruire del riposo compensativo con l'accumulo dei minuti che giornalmente consentono di terminare le lavorazioni che si protraggono oltre il proprio personale orario di lavoro e senza che sia stato introdotto l'istituto contrattuale della Banca Ore che da tempo reclamiamo.
 
La grave sensazione è che la trattativa di questi mesi, in cui la CGIL si è spesa senza lasciare nulla di intentato, aveva un copione già scritto in cui, come spesso è  accaduto negli ultimi tempi, non è stato possibile inserire le istanze dei lavoratori, quelle vere, anche perché molti degli attori avevano già studiato la parte a memoria!
 

                                                                              Per la FP CGIL
                                                                                   E. Lauri
 



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico