1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

 
 

COORDINAMENTI VVF E FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA SICUREZZA

 
 
 

Roma, 26 Aprile 2012

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Prof. Mario MONTI
 
Al Sottosegretario
alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dott. Antonio CATRICALA'

Al Ministro dell'Interno
Dott.ssa Annamaria CANCELLIERI

Al Sottosegretario di Stato all'Interno
Dott. Giovanni FERRARA

Al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco,
del Soccorso Pubblico e Difesa Civile
Prefetto Francesco Paolo TRONCA

Al Capo del Corpo Nazionale VVF
Ing. Alfio PINI

Al Responsabile dell'Ufficio Garanzie e Diritti Sindacali
Dott. Giuseppe CERRONE



 
 

 
 Oggetto: Vertenza CGIL CISL UIL:  mobilitazione nazionale dei Vigili del Fuoco.
 

Egregi,
nel corso della riunione relativa al tentativo obbligatorio di conciliazione, tenutasi il giorno 22 Marzo u.s.   inerente alla vertenza del personale appartenente al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, avevamo ben evidenziato la grave condizione in cui versa la nostra Amministrazione e lo stato di disagio del personale.

In particolare, abbiamo colto l'occasione per richiedere un intervento celere su tematiche che si trascinano da diversi mesi - pagamento arretrati contrattuali 2009, modifica normativa su concorsi capi-squadra e capi-reparto, assunzioni e stabilizzazioni precari - o, ancora, su probabili nuovi interventi problematici in fase di attuazione e che sembrano in procinto di prossima adozione - tagli sui fondi dei Vigili del Fuoco, allungamento dell'età lavorativa e previdenza -.

Durante l'incontro avevamo rappresentato la necessità di ricevere urgenti risposte a fronte dell'impegno che la categoria di lavoratori da noi rappresentata continua a profondere negli interessi della collettività e del nostro Paese.

Nonostante ci siano state rappresentate le volontà dei Vertici Politici e Amministrativi del CNVVF a voler provvedere in tempi rapidi alle richieste avanzate, anche a livello di informativa generale per ciò che concerne i provvedimenti in fase di studio, ad oggi, dopo oramai circa un mese, non sono pervenuti chiarimenti o pubblici riscontri sulle questioni rappresentate.

Siamo del tutto convinti che tale atteggiamento oltre a non rispondere a proficue e responsabili relazioni sindacali si configura come una ulteriore sottovalutazione delle esigenze del servizio e delle condizioni del personale.

Siamo venuti a conoscenza altresì, che il Decreto Legge inerente l'operatività del CNVVF, calendarizzato, per quanto ci risulta, nel prossimo Consiglio dei Ministri, potrebbe essere trasformato in un disegno di legge vanificando così, in considerazione dei diversi tempi parlamentari, l'urgente necessità di garantire il servizio da assicurare ai cittadini.

Per quanto sopra, ove non dovessero pervenire positivi riscontri alla presente nota, entro la prossima settimana ed in caso di mancata conciliazione saremo costretti a ricorrere  alla mobilitazione nazionale della categoria.

Distinti saluti.

F.P. CGIL VVF NAZIONALE
Mario Mozzetta
FED. NAZ. CISL SICUREZZA 
Pompeo Mannone
UIL NAZIONALE VVF
Alessandro Lupo



  1. Stampa
 

Lavoro Pubblico