1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 

COMUNICATO

 

     

  Si continua a sopprimere enti a colpi di maglio senza, fra l'altro, che siano chiariti, sino in fondo, gli interventi che dovranno essere poi adottati per assicurare la continuità e la integrazione delle funzioni già attribuite agli stessi e, con esse, la continuità e la tenuta dei servizi erogati e senza che siano preventivamente analizzate le ricadute che tali soppressioni determinano nei confronti dei lavoratori che ne risultano direttamente coinvolti.
 
  Soppressioni che, come è nel caso di Digit PA, non rispondono neanche alla necessità di razionalizzare la spesa. Quella spesa che andrebbe invece contenuta attraverso interventi di altro tipo volti ad eliminare sacche di inefficienza ed intervenendo, ad esempio, su settori diversi ove proliferano organismi e società controllate di dubbia necessità che comunque gravano sui pubblici bilanci.
 
  Soppressioni che vengono spesso decise senza prevedere il benché minimo coinvolgimento dei lavoratori e, dunque, delle OO.SS. che li rappresentano e, come è sempre nel caso di Digit PA, sottovalutando una serie di problematiche che andranno, in ogni caso, affrontate per evitare il rischio che vadano disperse, in un settore nevralgico come è quello delle tecnologie e della comunicazione nell'ambito della P.A., professionalità di elevato profilo che si sono formate anche attraverso anni di esperienza e di lavoro.
 
  Le scriventi OO.SS., pertanto, avvieranno immediatamente, coinvolgendo tutte le istituzioni di volta in volta interessate, le iniziative ritenute necessarie per salvaguardare le citate professionalità, per garantire la continuità dei servizi assicurati ai cittadini, alle imprese e alle PP.AA. e per affrontare le implicazioni di natura contrattuale nell'ottica di consolidare i diritti economico/normativi acquisiti e per promuovere le legittime aspettative dei lavoratori.
 
Roma, 18 giugno 2012
 

                          FP CGIL                                 CISL FP
                Francesca DE RUGERIIS            Salvatore DI FUSCO

 


  1. Stampa
 

Lavoro Pubblico