1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Relazione incontro del 19 giugno 2012.


Nel pomeriggio del 19 giugno, presso la sala riunioni del Viminale, si è svolto l'incontro informativo convocato dall'Amministrazione, presieduto dal Direttore Centrale per l'Emergenza ed il Soccorso Tecnico Ing. Pippo Sergio Mistretta, sull'organizzazione del soccorso relativa all'emergenza terremoto ed una presentazione della bozza di regolamento USAR nonché della riorganizzazione dei soccorritori aerei.
 
In avvio di riunione, vista la presenza del Direttore Centrale per le Risorse Finanziarie Dott. Fabio Italia, abbiamo colto l'occasione per richiedere chiarimenti circa alcune problematiche sorte relativamente alle liquidazioni dei compensi per lo straordinario ed ai fondi messi a disposizione per l'emergenza terremoto.
 
Relativamente allo straordinario emergenziale  il Dott. Italia ha concordato sul fatto di una difforme applicazione sul territorio dovuta, a suo avviso, ad una normativa certamente non chiara. A questa non chiarezza della normativa l'ex Capo del Corpo, Ing. Gambardella, aveva tentato di porre rimedio con una circolare interpretativa. Purtroppo il sistema automatizzato del trattamento del personale non consente di applicare in maniera corretta la normativa in oggetto, pertanto il Direttore Centrale per le Risorse Finanziarie ha richiesto una conferma all'attuale Capo del Corpo, Ing. Pini, dell''interpretazione fatta dal suo predecessore e, in caso affermativo, si provvederà alla verifica del sistema informativo oltre ad una definitiva sistemazione del programma contabile.
 
Per la questione relativa all'indennità di missione e quindi alla corresponsione forfetaria di vitto ed alloggio, viste le problematiche sorte in occasione dell'emergenza del terremoto dell'Aquila, abbiamo richiesto che questa venga liquidata in forma automatica almeno in prima fase.
 
Per quanto attiene alla liquidazione dell'indennità di turno nelle fasi emergenziali, poiché con l'accordo dell'8 maggio 2008 tale indennità  è stata rivalutata nella misura di 5 € per ogni turno di servizio, abbiamo richiesto che la relativa maggiorazione venga corrisposta tenendo conto anche di tale rivalutazione, ovvero,  20 €/turno nella 1^ fase, 15 nella 2^, 10 nella 3^.Relativamente alla quantificazione delle risorse per il terremoto, il Dott. Italia ci ha riferito che per quanto riguarda il reintegro dei materiali sono stati messi a disposizione, da parte della Protezione Civile, 10 milioni di euro che, ad un primo esame, risultano congrui con le spese sostenute.
 
Per l'impiego del personale il Dott. Italia ha rappresentato che ci troviamo, invece, di fronte ad una nuova impostazione legislativa.
Per le prime 72 ore la cifra è già stata quantificata e richiesta.
Per le risorse successive, la nuova normativa prevede che i responsabili regionali di protezione civile debbano validare i piani di impiego per poi inviarli al Dipartimento di P.C. per ottenere le risorse economiche per provvedere alle liquidazioni.
Al fine di  evitare spacchettamenti  ed ulteriori ritardi, i piani di impiego relativi al Corpo Nazionale VV.F., saranno corrispondenti al nostro dispositivo di soccorso e, quindi automaticamente validati.
 
Ci ha informato, infine, che per il pagamento del personale impegnato nell'emergenza Costa Concordia, siamo in attesa dei fondi da parte dell'assicurazione della compagnia di navigazione Costa.
 
Siamo poi stati relazionati circa il dispositivo USAR e a tale proposito abbiamo richiesto, come già in precedenza, di discutere sull'organizzazione generale del dispositivo di soccorso prima di trattare i singoli argomenti.
 
In particolare per il settore USAR abbiamo chiesto che l'argomento venga trattato dal punto di vista tecnico e inserito nell'ambito di un confronto più generale sulla gestione dell'emergenza, all'interno della circolare n. 1 del 2011. 
 
Per quanto attiene la tematica relativa ai Soccorritori Aerei abbiamo ribadito la nostra indisponibilità a trattare singolarmente la questione in un tavolo tecnico, senza affrontare la ridefinizione generale del dispositivo di soccorso nei Nuclei Elicotteri alla presenza di nuovi specifici indirizzi politici sulla materia.


Per il Coordinamento Nazionale
Danilo Zuliani





  1. Stampa
 

Lavoro Pubblico