1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Io Lavoro Pubblico

 
 
Consulta On line.
 
 

 
 
Esperto risponde.
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 
Rassegna stampa.
 
Contenuto della pagina

News

Carcere. Dettori e Gonnella a Severino: serve conferenza nazionale su esecuzione penale - la spending review paralizza un sistema già in crisi, si apra confronto in autunno. Comunicato stampa congiunto Fp-Cgil Nazionale - Associazione Antigone

inviata stamane alla Ministra della Giustizia Paola Severino, la Segretaria Generale dell'Fp-Cgil Rossana Dettori e il Presidente dell'Associazione Antigone (per i diritti e le garanzie dei detenuti) Patrizio Gonnella chiedono la convocazione in autunno di una Conferenza Nazionale sull'esecuzione penale in cui "amministrazione penitenziaria, rappresentanze del personale, associazioni e detenuti possano condividere le tappe di un percorso di rinascita del sistema penitenziario italiano".

Una richiesta in linea con la pratica diffusa in molte democrazie, aggiungono Dettori e Gonnella, dove ciò "avviene regolarmente ogni anno. Il sistema penitenziario, che risponde direttamente alle finalità definite dalla nostra Costituzione, vive oggi un momento di profonda crisi a causa di una legislazione che ha prodotto un grave sovraffollamento, dell'assenza di risorse necessarie ad assicurare i diritti fondamentali delle persone detenute, delle dure condizioni di lavoro per tutto il personale, frutto di decennali politiche di tagli".

"Con l'ultimo decreto sulla spending review, che taglia del 10% il personale penitenziario e della giustizia minorile - continuano la segretaria generale dell'Fp-Cgil e il presidente di Antigone rivolgendosi alla Ministra - si dà il colpo di grazia. Nonostante il personale sia insufficiente, si giunge al paradosso degli esuberi per figure centrali quali educatori e assistenti sociali e ciò rende di difficile attuazione la politica sul carcere prospettata subito dopo il suo insediamento. È però questo anche un momento di più diffusa consapevolezza, le parole del Presidente della Repubblica hanno prodotto una maggiore attenzione e contribuito a rendere più informata l'opinione pubblica, meno opaco il sistema".

"Affinché, però, si possano raggiungere gli obiettivi di un sistema detentivo improntato al rispetto dei diritti umani e al recupero sociale, tutti gli attori devono diventare protagonisti del progetto di riforma e avere maggiore gratificazione sociale, per ridurre le asprezze tra chi svolge un ruolo di custodia e chi invece è detenuto. Ma soprattutto - concludono Dettori e Gonnella - il settore non può essere ulteriormente sottoposto a una politica miope di tagli lineari e di riduzione dei costi".
 
Roma, 10 luglio 2012



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico