1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News e Accordi

 

Contrattazione del 31 luglio: sottoscritto l'accordo sugli incentivi alla progettazione e altro...

 

 
Abbiamo avuto ieri una riunione di contrattazione nazionale con all'ordine del giorno la sottoscrizione definitiva dell'accordo incentivo ex legge Merloni, ora D.Lgs. 163, più varie ed eventuali.
 
Di seguito:
consideriamo l'accordo, che vi alleghiamo, sull'incentivazione  alla progettazione un accordo qualificato, giunto dopo un lungo ed articolato confronto. Lo consideriamo tale perchè pone in chiaro quali sono le prerogative della parte sindacale, sia in termini di contrattazione ai livelli decentrati che per quel che riguarda l'obbligo di informazione preventiva e successiva sui criteri adottati nella distribuzione degli incarichi. Informazione che è stata sempre tradizionalmente un buco nero nel MIBAC, considerati gli interessi dei vari dirigenti a mantenere grande discrezionalità nell'attribuzione degli incarichi e altrettanta ritrosia nel fornire i dati relativi alle parti sociali. L'altro aspetto che riteniamo estremamente qualificante dell'accordo è la regolamentazione dell'incentivo riferito alle attività di pianificazione, un aspetto poco trattato in precedenza e che adesso trova finalmente spazio e dignità nell'ambito del nuovo regolamento. Naturalmente, come succede, si fa una battaglia per fare un accordo ed un'altra per farlo applicare. Ma il regolamento propone buoni strumenti e sarà nostra cura farne l'uso più appropriato. Ne approfittiamo per ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla stesura dell'accordo ed in particolare i compagni tecnici che ci hanno fornito preziosi suggerimenti.
In coda alla riunione sono stati affrontati diversi argomenti, in primis la questione dei progetti locali, nota in riferimento alle diatribe circa la decorrenza dei progetti, il personale che può essere coinvolto, il termine per la verifica e la certezza della liquidazione dei compensi entro il mese di novembre. Al riguardo si è semplicemente ribadito che i progetti riguardano le attività che si svolgono nell'anno 2012 e che pertanto non possono essere ignorati i progetti avviati, ed in molti casi conclusi, precedentemente alla data di sottoscrizione definitiva dell'accordo. Questo per sottolineare che non corrisponde affatto a verità e a criteri di giustizia la pretesa di ricontrattare i progetti ex novo, come abbiamo più volte ribadito. Per quanto riguarda la verifica è stata anche in questo caso riaffermata l'opportunità che essa si svolga a ottobre, per evitare rilievi rispetto alla vigenza minima prevista per lo stesso, vigenza che non deve necessariamente coincidere con i periodi di effettuazione dei progetti che, come detto sopra, interessano tutto l'anno in corso. In riferimento invece al coinvolgimento del personale neo assunto o inserito nei ruoli MIBAC per effetto dei processi di mobilità è prevalsa la tesi che lo stesso personale può essere coinvolto nelle attività progettuali a far data dal suo ingresso al MIBAC, ma che questa decisione è del tutto ascrivibile alle prerogative della contrattazione locale, la quale può valutare, a budget invariato, l'integrazione di questo personale nei progetti in ragione dell'articolazione degli stessi ed in tal caso lo stesso ha diritto a quota parte del compenso rapportata al periodo di inserimento nella attività relative. Infine i tempi dei pagamenti: sul punto abbiamo fatto presente che i ritardi sono spesso dovuti ad una interpretazione non legittima dei controlli che svolgono le Ragionerie Territoriali dello Stato, come è avvenuto nel caso dell'erogazione dei fondi FUA, nel quale alcune Ragionerie Territoriali hanno bloccato i pagamenti pretendendo di verificare la registrazione degli stessi, registrazione che è nella competenza dell'UCB, del MEF e della Funzione Pubblica. Pertanto con la verifica a ottobre, ed avendo cura di evitare sovrapposizioni burocratiche inutili nel sistema dei controlli, i lavoratori potranno percepire i fondi relativi nel mese di novembre.

Il DG ci ha inoltre informato che è in corso di registrazione il decreto che proroga l'attività del Consiglio Superiore e che i primissimi giorni di settembre lo stesso Consiglio sarà convocato per esprimere il parere di competenza sul riparto somme lotto che, come è noto finanzia i progetti ALES per il personale ex LSU a tempo determinato i cui contratti scadranno a partire dai primi giorni del mese di ottobre. Un passo decisivo verso il rinnovo di questi affidamenti, rinnovo che noi riteniamo essenziale e che speriamo porti pure alla risoluzione dei problemi relativi alla tipologia del rapporto di lavoro, tramite l'assunzione a tempo determinato nella società ALES, sopravvissuta ai tagli del decreto spending, su cui vi rimandiamo ad una nota specifica di approfondimento.
La UILBAC ha chiesto, e noi ci siamo associati, di rivedere la posizione dell'Amministrazione sulla mobilità del personale neo assunto soggetto ai vincoli di permanenza nella propria sede per i primi 5 anni di servizio. Al riguardo abbiamo unimamente ribadito, come parti sindacali, che anche ai lavoratori neo assunti debbono essere applicate le normative di tutela sociale e che queste hanno diritto di precedenza rispetto agli obblighi di permanenza nella prima sede di servizio. Il DG ci ha informato che hanno richiesto un altro parere, questa volta all'Avvocatura, rispetto alle eccezioni normative che abbiamo sollevato e che la questione sarà oggetto di disanime specifica alla ripresa dalle ferie. In questo contesto abbiamo chiesto di rivedere e aggiornare l'accordo sulla mobilità volontaria inserito nel CCIM in funzione dell'ottenimento di bandi periodici di mobilità volontaria agganciati a criteri concordati e a graduatorie conseguenti.
Il DG ci ha inoltre informato che sono in corso tentativi di bloccare le revoche dei comandi che mano a mano stanno interessando tutto il personale comandato da parte di quasi tutte le Amministrazioni interessate. Un fenomeno conseguente al decreto spending che incide in maniera grave sulla funzionalità dei nostri uffici, considerato l'alto numero di personale comandato (circa 600 unità su tutto il territorio nazionale) e la natura stessa di questi comandi, nella maggior parte dei casi di durata pluriennale. Il taglio all'organico previsto dal decreto spending rende naturalmente molto difficoltoso l'inserimento degli stessi nei ruoli, poiché azzera tutte le vacanze previste (circa 2000 unità), anche se non produrrà, fortunatamente, esuberi.

Sulla nuova proposta di dotazione organica siamo di nuovo punto e a capo, entro il mese di ottobre l'amministrazione dovrà riformulare una nuova proposta al netto del taglio del 10%  del costo del lavoro. Quindi la proposta avanzata in tempi recenti e sulla quale è stato richiesto il parere ai Direttori Regionali è completamente da rivedere ed il conseguente confronto dovrà partire da altri numeri teorici.
Infine abbiamo chiesto di attivare, a settembre, un nuovo monitoraggio degli importi disponibili sui capitoli FUA, con riferimento all'integrazione delle somme variabili che abbiamo già richiesto a suo tempo e alle somme provenienti dai fondi accantonati per il personale proveniente da processi di mobilità. Inoltre abbiamo chiesto di contrattare al più presto le somme disponibili sul FUA 2011 e 2012.

Con nota a parte vi inviamo le nostre valutazioni sul decreto spending e sui suoi effetti sul MIBAC.

Dalla prossima settimana saremo in ferie fino alla fine del mese, auguriamo a tutti un periodo di riposo sereno per rimettersi in forze al fine di poter affrontare un autunno che ancora si presenta sotto la cappa scura della crisi e dei suoi effetti devastanti sul lavoro pubblico, ormai oggetto quasi esclusivo delle politiche dei tagli orizzontali che il Governo Monti ha perpetuato con i suoi provvedimenti.
A partire dalla giornata di sciopero generale del lavoro pubblico  proclamata per il 28 settembre dalla nostra O.S. e dalla UIL, che dovrà vedere la massiccia partecipazione dei lavoratori del MIBAC.
 
Roma, 1 agosto 2012
 
FP CGIL MIBAC
Claudio Meloni
 


 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico