1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 

CCNI 2012

 

"La madre di tutte le domande non ha ancora una risposta certa"

 

La CGIL, ieri, prima di entrare nel merito del CCNI 2012 ha posto all'Amministrazione una semplice domanda:
 
"per effetto dell'art. 4 del decreto stabilità, l'Amministrazione è in grado di garantire che nel 2013 il fondo di Ente non sarà decurtato per la parte relativa all'art. 18 l. 88?"
 
L'Amministrazione ci ha risposto che al momento non è previsto il taglio dei fondi ma visto l'enorme sforzo richiesto occorrerà verificare a ottobre se i risparmi sono stati ottenuti o no.
Di fatto nessuna certezza circa le risorse per la contrattazione 2013.
 
Abbiamo nuovamente avanzato la richiesta di attivare immediatamente un confronto al fine di verificare i tagli previsti ai vari capitoli di spesa e garantire ai lavoratori che non un solo euro venga tagliato dai fondi per la contrattazione integrativa 2013 per effetto del DDL Stabilità.
La richiesta è doverosa, anche perché è inevitabile che qualsiasi impegno preso con la contrattazione 2012 avrà delle ripercussioni anche sul 2013 e in epoca di blocco dei contratti e tagli alle risorse diventa prioritario, prima di lanciarsi in voli pindarici, garantire il mantenimento dei livelli retributivi di tutto il personale.
 
Fatta questa doverosa premessa ed entrando nel merito del CCNI 2012, abbiamo verificato non solo un arretramento rispetto alla volta precedente per quanto riguarda l'aumento del Tep e assegno di garanzia ma anche che l'Amministrazione sta sperimentando l'integrazione(???).
L'aumento (parliamo della sola sezione INPS) dei 55 euro ora sarebbe dato da 30 euro per tutti  più 25 euro da destinare al solo personale delle sedi di sperimentazione dell' integrazione degli enti soppressi.
Stesso ragionamento è stato fatto sul Sap che aumenta di 25 euro per tutti più ulteriori 20 euro per il solo personale delle sedi di sperimentazione.
 
Premesso che stiamo parlando del 2012, abbiamo chiesto:
Quali sono le sedi sperimentali?
Di quale sperimentazione stiamo parlando?
Perché se è un compenso legato all'integrazione riguarda solo la sezione INPS?
ENPALS e INPDAP avranno solo un ruolo passivo?
 
Come al solito l'Amministrazione se la canta e se la suona da sola e poi chiede ai lavoratori di sovvenzionare, con il loro fondo, scelte organizzative o inesistenti o del tutto unilaterali.
La riorganizzazione del nuovo INPS deve passare attraverso il confronto e nessun confronto è stato mai fatto su eventuali sedi di sperimentazione dell'integrazione. Sperimentazione che solo ora appare, in modo del tutto anomalo, sulla bozza di CCNI.
 
Prima di dare il nostro assenso all'erogazione di somme per processi riorganizzativi vogliamo esser coinvolti attivamente nella discussione del progetto stesso, e portare il fattivo contributo di chi poi quel progetto dovrà farlo funzionare: i lavoratori
 
Nel CCNI 2012 gli aumenti dei suddetti istituti contrattuali, devono essere dati in ragione di un processo di omogeneizzazione dei trattamenti accessori, e di riconoscimento, per le Aree A e B, dell'alto livello professionale raggiunto. 
 
Altro elemento emerso dalla lettura della nuova bozza è la scomparsa della maggiorazione dell'incentivo inizialmente prevista per i funzionari addetti al contenzioso inv. civ.
Abbiamo ribadito la necessità di aprire un tavolo tecnico (vedi comunicato precedente) anche perché la CGIL ritiene che una nuova organizzazione dell'attività di questi colleghi possa portare notevoli risparmi e ridurre gli affidamenti all'esterno.
 
Nel frattempo occorre ragionare, non solo per i funzionari addetti al contenzioso Inv. Civ. ma per esempio anche per i colleghi informatici che sono costretti a viaggiare da una sede all'altra della regione visto il sempre più esiguo numero di addetti, a uno specifico riconoscimento che indennizzi l'attività esterna.
 
La riunione di ieri si è conclusa abbastanza velocemente ed è stata aggiornata a martedì 29 data in cui dovremmo affrontare, più nello specifico, i vari argomenti compreso il processo di omogeneizzazione dei trattamenti accessori tra i tre Enti, il ruolo del front office e della consulenza e soluzioni, non solo meramente economiche, per i colleghi delle aree A e B.
 
Nel corso della riunione è stato sottoscritto anche l'accordo per la ripartizione dello stanziamento per interventi di natura assistenziale.
 
Il documento contiene la previsione di un accordo sindacale per la ripartizione di eventuali residui derivanti dal pagamento della polizza sanitaria e l'impegno a definire entro aprile 2013 un'unica disciplina che contempli quanto ora previsto per INPDAP, ENPALS e INPS.
 
Gli avanzi della gestione INPS, unica gestione ad averne, sono stati redistribuiti tra borse di studio e sussidi, con una particolare attenzione a chi ha subito danni a causa del sisma del 20 e 29 maggio. Vi forniremo il testo dell'accordo non appena disponibile.
 

Situazione comandi
Siamo ancora in attesa che venga convocata un'apposita riunione cosi comeassicurato dal Direttore Generale

Roma, 23 gennaio 2013           
 
                                     il Coordinatore Nazionale FP CGIL INPS
                                                   Oreste Ciarrocchi
 


 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico