1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Io Lavoro Pubblico

 
 
Consulta On line.
 
 

 
 
Esperto risponde.
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 
Rassegna stampa.
 
Contenuto della pagina

News

 
 

PERSONALE AMMINISTRATIVO TECNICO INFORMATICO

Relazione incontro del 26 febbraio 2013.

 
 
 

Finalmente, nel pomeriggio di ieri, presso la sala riunioni del Viminale, a seguito della pressante azione della FPCGIL VVF, si è aperto il confronto con l'Amministrazione sulle criticità che compromettono la gestione e l'organizzazione del personale amministrativo, tecnico, informatico.

In apertura di riunione, purtroppo, prima di entrare nel merito delle reali problematiche che veramente opprimono da lunghi anni il personale SATI, abbiamo dovuto assistere al triste e patetico teatrino inscenato da coloro che, disconoscendo intenzionalmente l'appartenenza ed il ruolo svolto da un settore fondamentale, oltreché indispensabile per il Corpo Nazionale, sono riusciti a gioire, non per la firma del decreto che sblocca la procedura per l'avvio dei prossimi passaggi di qualifica, non per l'approvazione del provvedimento che affida ai Vigili del Fuoco la gestione della flotta aerea antincendio con l'accrescimento delle competenze tecniche nell'attività di spegnimento degli incendi boschivi, bensì per l'inserimento nei nostri fregi della sigla "RI" (Repubblica Italiana).

Per quanto ci riguarda, nel ritenere altre le esigenze molto più urgenti e manifestate da tutto il personale, stigmatizzando in maniera decisa tale comportamento, abbiamo chiesto l'immediata emanazione delle graduatorie relative ai bandi per Capi Reparto, nonché un ulteriore intervento risolutivo dei ritardi che gravano sul lavoro delle specifiche commissioni del concorso.

Rispetto alle tematiche in discussione, abbiamo evidenziato innanzitutto gli argomenti, già oggetto di confronto, sui quali l'Amministrazione si è impegnata a fornire risposte sin dai prossimi giorni.

In particolare, abbiamo chiesto un chiarimento sull'applicazione dell'orario di lavoro per tutto il personale, attraverso l'estensione sul territorio delle modalità di articolazione previste dall'accordo decentrato degli uffici centrali del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile.

Al riguardo, sarà inviata all'attenzione delle OO.SS. una circolare esplicativa sulle disposizioni in materia di orario di lavoro, mensa di servizio e buoni pasto.

Opportune rassicurazioni, inoltre, sono pervenute circa le nostre richieste sulla fornitura di un tesserino di riconoscimento e di un adeguato abbigliamento per il personale amministrativo inviato in missione.

Un altro tema posto in controluce, su cui abbiamo chiesto la convocazione di uno specifico incontro, riguarda il personale giudicato parzialmente inidoneo al servizio di soccorso, relativamente alla prevista concertazione sull'attuazione dei criteri del D.lgs. 217/05, art. 134, nonché i Vigili del Fuoco transitati nei ruoli SATI in regime della superata normativa, ai quali non è stato consentito di poter rientrare nel settore operativo con lo svolgimento di attività istituzionali correlate al servizio di soccorso, previa visita medico legale, ai sensi dell'art. 33 del CCNL sottoscritto in data 24 maggio 2000 e modificato dall'art.18 del CCNL del 26 maggio 2004.

Infine, considerate le difficoltà venutesi a creare per le procedure di mobilità, abbiamo rilevato l'urgenza, oramai inderogabile, di rivisitare i criteri adottati nell'accordo per l'attuazione delle modalità di trasferimento a domanda del personale
Di seguito, abbiamo concentrato l'interesse sulle tematiche di più ampio respiro che necessitano di una revisione normativa e sui cui l'Amministrazione si è resa disponibile ad intraprendere un percorso comune, allo scopo di predisporre un programma da presentare ai Vertici Politici che gestiranno il CNVVF.

Prima di tutto, abbiamo rammentato, al tavolo, il declassamento sofferto dal personale amministrativo determinatosi a seguito della modifica ordinamentale del Corpo e la riduzione di stipendio subita dal personale laureato o diplomato con più di 30 anni di servizio, demansionato rispetto ai precedenti inquadramenti, provvedendo a consegnare una relazione accurata all'Amministrazione.

Da ultimo, ma non certamente per ordine di importanza, abbiamo ritenuto necessario sollecitare una discussione con l'obiettivo di superare la discriminazione subita dalla categoria del SATI, sempre più separato dal resto del Corpo, nel processo di armonizzazione del sistema pensionistico e di ottenere, in particolare, il riconoscimento a fini pensionistici dell'indennità mensile.

A margine della riunione, il Direttore Centrale per le Risorse Finanziare ci ha informato circa l'accreditamento delle somme versate dalle regioni per le Campagne AIB effettuate nell'anno 2012 e delle risorse destinate al pagamento degli scatti convenzionali per il personale con 22 e 28 anni di servizio, ai competenti funzionari delegati in modo da poter essere poste in pagamento presso i Comandi interessati.
Mercoledì 6 marzo p.v. è stato programmato il prossimo incontro sulla gestione del servizio tecnico di soccorso, sul quale vi terremo puntualmente informati.


Coordinatore Nazionale Fp CGIL VVF
Mario MOZZETTA



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico