Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

News

Precisazioni a seguito della mancata firma della bozza di accordo "Regolamento Incentivi Lavori" ex D.Lgs 163/2006

Roma, 21 Febbraio 2014
 
Alle Strutture Regionali e
Territoriali FP CGIL

 
 

Abbiamo avuto occasione di leggere recenti dichiarazioni della delegazione UILPA dell'Agenzia del Demanio.

Non comprendiamo né giustifichiamo l'attacco personale come strumento di rivendicazione sindacale in quanto impoverisce il dibattito e contribuisce a rafforzare l'idea che i "Sindacati litighino sempre tra di loro lasciando indenne l'Amministrazione" oltre a distogliere l'attenzione dal "nodo" della questione.

Non vogliamo contribuire ad alimentare il clima di rassegnazione e ci limiteremo, pertanto, a evidenziare come per la FP CGIL il testo presentato dall'Amministrazione -dopo un dibattito franco, ampio e trasparente con le OO.SS.- non rappresenti un effettivo miglioramento delle condizioni lavorative per i colleghi chiamati a ricoprire gli incarichi previsti dal Regolamento incentivi lavori di cui al D.Lgs. 163/2006.

Il contenuto dell'accordo, pur presentando elementi di novità e spunti interessanti, non è immediatamente esigibile dai lavoratori a causa della genericità di alcune formulazioni. Non riportando l'indicazione di precisi impegni a carico dell'Amministrazione quanto proposto alle OO.SS. rimane un testo che conferma o aumenta gli oneri professionali dei dipendenti senza fornire loro le necessarie tutele sia in termini di copertura assicurativa che in termini di crescita professionale.

Questa è la lettura data dalla FP CGIL al testo e più volte è stata esplicitata al Tavolo negoziale. Non ci sono stati elementi di "sorpresa".

Può capitare che al termine di una trattativa articolata come quella afferente il Regolamento Incentivi Lavori alcuni possano lasciarsi andare all'emotività attaccando altri soggetti presenti al Tavolo negoziale.

La FP CGIL, per contribuire alla discussione, ha sempre trasmesso alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti le proprie analisi e le valutazioni su quanto accaduto permettendo a chi ne avesse piacere o interesse di condividere le scelte o le strategie messe in campo da questa Organizzazione.

La condivisione delle analisi con i lavoratori permette a questa sigla la necessaria serenità e tranquillità nel difendere le proprie scelte come nel caso della mancata firma. Serenità che, letto il comunicato citato, forse manca ad altri interlocutori sindacali.

 
 
 

   La Delegazione Nazionale Trattante       Il Coordinatore Agenzie Fiscali
                      FP CGIL                                         FP CGIL
             Daniele Gamberini                        Luciano Boldorini
            Annamaria Scarpati

 
 

 
 (86.5 KB)Mancata firma precisazioni (86.5 KB).
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito