1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 
Incontro sulla consultazione in merito al decreto di riorganizzazione e criteri di conferimento incarichi dirigenziali

     

Si è svolta ieri la prevista riunione al ministero dello Sviluppo Economico per la consultazione in merito al decreto di riorganizzazione del ministero e ai criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali, per la parte pubblica era presente il Capo di  Gabinetto.
 
Il nostro intervento si è concentrato su tre aspetti: 1) la disciplina degli incarichi ad interim che deve essere meglio specificata come evento straordinario e temporaneo e non come ordinaria gestione dei posti di funzione; 2) l'equità della distribuzione degli incarichi dirigenziali fra i vari settori in cui è composto il ministero, anche con riferimento a funzioni che la riforma del lavoro pubblico ha di fatto svuotato; 3) la valorizzazione dell'attività delle strutture territoriali.
 
Proprio la questione degli ispettorati territoriali è stata di fatto quella centrale dell'intera riunione, il Capo di gabinetto si è dilungato su quanto si sia battuto affinchè il taglio non fosse lineare e gli ispettorati fossero il più possibile salvaguardati, noi abbiamo sostenuto che bisogna fare uno sforzo in più e che ogni decisione debba essere ben motivata. In particolare, proprio per il particolare ruolo delle attività territoriali abbiamo ribadito la nostra contrarietà al fatto che alcuni ispettorati siano unificati con uffici amministrativi e quindi con la doppia sede: il caso della Sardegna, della Toscana e della Puglia, non siamo convinti del fatto che l' ispettorato Abruzzo-Molise sia stato accorpato con quello del Lazio. Abbiamo sostenuto che le ragioni tecnico organizzative vengono sacrificate sull'altare della scienza ragionieristica, per questo le soluzioni prospettate non possono essere condivise. Le posizioni assunte nella riunione hanno comunque prodotto un risultato positivo del quale diamo volentieri atto alla sensibilità della nostra controparte: entro le ore 13 del 26 giugno dovranno pervenire all'amministrazione eventuali proposte di modifica dell'impianto o emendative del testo, siete quindi invitati a farci pervenire le vostre osservazioni che provvederemo ad inoltrare.
 
In ogni caso la vicenda degli ispettorati, del loro funzionamento concreto, della loro valorizzazione non si fermerà, qualunque sia l'esito, al decreto di riorganizzazione; dal nostro punto di vista dovrà essere oggetto di una vertenza specifica che ne sappia cogliere tutti gli aspetti sia relativamente al servizio che deve essere reso, sia alla condizione dei lavoratori e delle lavoratrici.
 
 Roma, 25 giugno 2014


Per FPCGIL Funzioni Centrali
Cosimo Arnone

 
 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico