1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 
A TUTTI I LAVORATORI
 

    In allegato la controproposta che unitariamente a CISL e UIL, abbiamo inviato al Sottosegretario Rossi, al fine di verificare la possibilita di modificare l' impostazione della bozza di decreto ministeriale delle dotazioni organiche nazionali . L' impostazione a nostro avviso dovrà essere necessariamente quella di distribuire il personale per aree e profili professionali, A livello nazionale e non distribuzione regionale. Ciò consentirebbe alle OO.S.S. Congiuntamente all'Amministrazione di confrontarsi sulle esigenze di ciascun Ente, soprattutto in questa fase di riorganizzazione profonda che sta subendo il Ministero della Difesa.
 
Cari saluti
Fpcgil Difesa
Noemi Manca

 

   
 
 
Roma,  3 luglio 2014
 

Al Sottosegretario di Stato alla Difesa
On.le Domenico Rossi
 
All'Ufficio di Gabinetto
del Ministero della Difesa
 


Oggetto:  schema di decreto ministeriale di ripartizione della dotazione organica del personale civile, in applicazione del DPCM 22.1.2013.
 

Si fa riferimento allo schema di decreto concernente l'oggetto consegnato nel corso dell'incontro del 24 giugno scorso e successivamente trasmesso con apposita nota dell'Ufficio di Gabinetto.
Come concordato nel corso della citata riunione, le scriventi rappresentano con la presente le proprie osservazioni di merito.
Al riguardo, in via preliminare, va ricordato che i provvedimenti relativi alla dotazione organica del personale sono lo strumento concreto per coniugare e dare attuazione alle riorganizzazioni delle Amministrazioni pubbliche e, quindi, alle priorità che devono essere conseguite con riferimento a valorizzazione, investimenti e potenziamenti dei vari Enti delle rispettive Forze Armate su sui si ritiene utile intervenire, secondo gli indirizzi politici degli Organi di vertice.
Ciò posto, le scriventi non possono condividere l'impostazione seguita nella elaborazione dello schema di decreto in esame, ossia la ripartizione della dotazione organica numerica nazionale per profili professionali e per Forza Armata, ovvero per altri organi di coordinamento, con contestuale suddivisione regionale operata con formule matematiche e non in relazione a obiettivi strategici e relativi programmi.
Pertanto, si ritiene di dover chiedere la revisione del citato schema di decreto, effettuando la ripartizione numerica soltanto per profili e per Forza Armata e strutture di coordinamento.
Successivamente sarà cura degli Stati Maggiori, secondo i propri obiettivi strategici, e previo confronto con il sindacato nazionale, di operare l'ulteriore ripartizione a livello territoriale e/o di Ente.
Sicuri della Sua attenzione a quanto brevemente rappresentato, dei cui contenuti però siamo fortemente convinti e che sosterremo in tutte le sedi, restiamo in attesa di una convocazione al fine di effettuare una sintesi, che sicuramente produrrà i migliori effetti per l'Amministrazione e per i lavoratori  civili della Difesa.
Cordiali saluti.
 

    FP CGIL                 CISL FP                      UIL PA
 Noemi Manca        Paolo Bonomo           Sandro Colombi
 


 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico