1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 
Risposta unitaria sui precari
 

   

Roma, 21 gennaio 2015
 

 

Al Presidente del Cnel prof. Antonio Marzano

al Vicepresidente dott. Enrico Postacchini 

al Segretario Generale cons. Franco Massi

 e p.c.  al Dipartimento della Funzione Pubblica
Dott.ssa Maria Barilà

 

 

  La risposta alla richiesta di incontro da parte del Presidente del Cnel, del Vice Presidente Postacchini e del Segretario Generale (in allegato) chiarisce ancora una volta come la mancata proroga dei 4 contratti a tempo determinato, contratti è bene ribadire di durata ultratriennale, è fatto esclusivamente politico e discrezionale, come si evince con chiarezza in relazione alle motivazioni addotte che fanno tutte riferimento " a ciò che potrebbe avvenire nel 2015 (che si rammenta possono avvenire solo a seguito di decisioni conseguenti da parte dell'Assemblea del CNEL) ed al disegno di legge costituzionale in discussione in Parlamento e i cui effetti concreti arriveranno dopo la conclusione dell'anno in corso. 
  La mancata proroga è quindi il frutto esclusivamente di valutazioni politiche e non di precise norme, né di indirizzi governativi, stante per ultimo la nota del 30.12.2014 con la quale il Dipartimento della Funzione Pubblica afferma che : "..... per le finalità  volte al superamento del precariato ...il termine di cui all'art.4 del dl101/2013 è prorogato al 31.12.2018". 
  E' bene altresì ribadire che il  citato Accordo del 30 aprile scorso afferma con nettezza " Tale scadenza potrà in ogni momento essere rivista all'esito del richiesto parere al Dipartimento della Funzione Pubblica, fermo restando che- in assenza di fatti nuovi- non potrà comunque procedere ad ulteriori proroghe". 
  La risposta del Dipartimento della Funzione Pubblica che si esprime favorevolmente in merito alla ulteriore proroga dei contratti a tempo determinato e la intervenuta modifica legislativa con la possibilità di prorogare i contratti fino al 31.12.2018  rappresentano 2 fatti nuovi che avrebbero dovuto portare alla stipula di un nuovo accordo.
  A ciò si deve aggiungere- cosa che i firmatari della lettera che si riscontra dimenticano- che in una nota a verbale che fa parte dell'accordo sottoscritto le stesse organizzazioni sindacali "dissentono sulla clausola finale, "unilateralmente inserita nel testo dal CNEL valutata dalle scriventi vessatoria e non coerente con la normativa vigente... riservandosi ogni eventuale azione nelle opportune sedi a tutela dei diritti dei lavoratori".
  In  tale direzione si stanno muovendo le Organizzazioni Sindacali unitamente ai 4 titolari di contratto a tempo determinato allo stato non più rinnovato. 
  In attesa dell'incontro richiesto   
 

FP CGIL                   CISL FP                 UIL PA
Chiaramonte            Bonomo                 Gramaglia

 
 
 

 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico