1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Io Lavoro Pubblico

 
 
Consulta On line.
 
 

 
 
Esperto risponde.
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 
Rassegna stampa.
 
Contenuto della pagina

News

Agenzia Unica per le ispezioni del lavoro, Cgil Cisl Uil: "No a blitz del Governo. Si apra confronto o la risposta sarà durissima"

 
Comunicato Stampa Fp Cgil - Cisl Fp - Uil Pa

 
Roma, 17 febbraio 2015
 
Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori

"Sull'agenzia unica delle attività ispettive non tollereremo alcun blitz del Governo. Vogliamo una riforma condivisa con i lavoratori. Senza confronto la nostra reazione sarà durissima". Le federazioni del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil lanciano l'allarme sull'ipotesi di provvedimento che il Governo sarebbe in procinto di varare - inserendolo di soppiatto nell'odg del prossimo Consiglio dei Ministri - in merito all'unificazione delle attività ispettive oggi svolte da Inps, Inail e Ministero del Lavoro.
Per i sindacati, che da tempo chiedono di semplificare e snellire i controlli sulle aziende, con la bozza di decreto ipotizzata dall'esecutivo, la toppa sarebbe peggiore del buco: "Vogliamo un riordino serio, non l'ennesimo pasticcio fatto in fretta e male, che per altro destrutturerebbe irrimediabilmente il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e danneggerebbe il funzionamento dei servizi ispettivi di Inps e Inail. Se passasse il provvedimento così com'è, si spalancherebbero le porte al caos organizzativo: servizi a rischio, gravi iniquità per i lavoratori degli enti coinvolti e nessuna certezza sulle attività da svolgere, sulle retribuzioni e sulla formazione del personale"
"Al Governo abbiamo presentato proposte per un riordino vero che migliori il servizio eliminando le inutili duplicazioni che danneggiano le aziende", rimarcano Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Pa. "Abbiamo chiesto un vero e proprio piano di riorganizzazione che renda veloci ed efficaci i controlli valorizzando le professionalità degli operatori e salvaguardando posti di lavoro e livelli retributivi. Su questo non siamo disposti ad arretrare".
"Non accetteremo un intervento estemporaneo e dannoso come quello che si  prospetta", concludono le tre sigle. "Pertanto proclamiamo lo stato di agitazione dei lavoratori di Inps, Inail e Ministero del Lavoro, coinvolti nel processo di riordino delle attività di vigilanza. Chiediamo la convocazione immediata di un tavolo di confronto".

 



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico