1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

La Commissione Europea risponda seriamente alla ICE sull'acqua

Iniziativa della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo

La Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare (ENVI) del Parlamento europeo ha avviato una "relazione d' iniziativa" sulla ICE "Right2water", (oltre 1 milione e 600mila firme valide raccolte) perche " ritiene deplorevole il fatto che la comunicazione  di risposta della Commissione come priva di qualsiasi ambizione e si limiti a ribadire impegni esistenti". Per questo invita la Commissione ". in linea con l'obiettivo primario dell'iniziativa dei cittadini europei "L'acqua è un diritto", a presentare proposte legislative, compresa una  possibile revisione della direttiva quadro sulle acque e della direttiva sull'acqua potabile, che riconoscano l'accesso universale all'acqua e il diritto umano all'acqua, e deplora il fatto che ciò non sia ancora avvenuto; ritiene che, se la Commissione non agirà in tal senso, l'iniziativa dei cittadini europei perderà credibilità come strumento democratico agli occhi dei cittadini."
In pratica, le azioni intraprese della Commissione, sono giudicate inadeguate.

 

Nell'ambito del potere di iniziativa che i trattati attribuiscono al Parlamento europeo, le commissioni parlamentari possono elaborare una relazione su un tema rilevante di loro competenza e presentare al riguardo una proposta di risoluzione al Parlamento. Prima di presentare qualsiasi proposta di relazione, esse devono ottenere l'autorizzazione della Conferenza dei presidenti.
Questa"relazione d' iniziativa" è sostenuta anche dalla Commissione Sviluppo (DEVE) e dalla Commissione Petizione.
La presidente del Comitato per questa iniziativa (2014/2239(INI) è Lynn Boylan (Gue, Irlanda).
L'adozione da parte dellla Commissione ENVI è prevista per il 26 maggio 2015, la deadline per gli emendamenti 15 aprile 2015. L'arrivo in plenaria è previsto per luglio 2015.

 

Manifestazione a Bruxelles il 23 marzo

Delegazioni di comitati da tutta Europa appartenenti alla Rete Europea dell'Acqua, sindacati aderenti all'EPSU, tra cui una delegazione della FP CGIL nazionale, hanno manifestato a Bruxelles sotto la sede del Parlamento Europeo, contro la privatizzazione delle risorse idriche e per il diritto umano all'acqua.
Ad un anno dalla risposta della Commissione Europea, mentre nei palazzi si svolgeva la 4° European Water Conference i cittadini europei chiedevano a gran voce l'applicazione dei principi dell'ICE Right2Water per l'acqua bene comune sostenuta da oltre un milione e 600mila firme valide.

 

I rappresentanti della Rete Europea hanno infine marciato per le vie di Bruxelles fino a giungere sotto la sede della Commissione Europea, lanciando i prossimi appuntamenti tra cui il più significativo sarà la Cop 21 di Parigi del prossimo autunno.
(24.3.2015)

 
 

 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico