1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 
News
 
Lettera su fruizione buono pasto e sollecito convocazione tavolo nazionale
 

 Roma, 15 aprile 2015
 

Al Ministero dei Beni. le Attività Culturali e il Turismo
 

Segretariato Generale
Arch. Pasqua Antonia Recchia
 
Direzione Generale Organizzazione
Dr. Gregorio Angelini
 
Direzione Generale Bilancio
Dr. Paolo D'Angeli
 

E, p.c.,:

al Capo di Gabinetto
prof. Giampaolo D'Andrea
 

 


Oggetto: Fruizione di buono pasto in caso di assemblea del personale - sollecito convocazione tavolo nazionale.
 

Egregi Direttori,
           
Continuano a pervenire alla scrivente O.S. segnalazioni circa il mancato riconoscimento del buono pasto ai lavoratori che svolgono assemblee ai sensi dell'art.2 del CCNQ 7/8/98 e succ mod. e int. sulle libertà sindacali. Al riguardo, come più volte segnalato anche con comunicazione mail del 27 marzo u.s., rimasta senza alcun riscontro, la FP CGIL ha evidenziato le motivazioni tecnico-giuridiche, confortate peraltro da un parere ARAN, che determinano, a parere della scrivente, la grave violazione che si configura rispetto all'esplicitazione di un diritto fondamentale dei lavoratori, quale quello allo svolgimento di assemblee retribuite in orario di lavoro. È del tutto chiaro che la partecipazione ad assemblee retribuite viene equiparata dalla norma al servizio prestato e non può essere assimilabile alla fattispecie dei permessi sindacali. Si soggiunge che questa è l'unica amministrazione ove viene di fatto avallata una interpretazione che nega questo diritto ai lavoratori. Pertanto si richiede ancora una volta un chiarimento formale, precisando che in assenza dello stesso entro 15 giorni a far data dal ricevimento della presente, la scrivente, ravvisando elementi di antisindacalità nel comportamento adottato, avvierà le iniziative conseguenti, anche sul piano giudiziale, finalizzate al ripristino della corretta applicazione della norma.
Sempre in materia di rispetto delle relazioni sindacali la scrivente denuncia che alla data odierna non sono pervenute le informazioni richieste da ultimo con  nota del 1 aprile u.s.. Non considerando in questo caso il comportamento di codesta amministrazione minimamente rispettoso di semplici obblighi informativi previsti dalla vigente normativa contrattuale, la FP CGIL si vede costretta a diffidare formalmente con invito al puntuale adempimento degli obblighi richiamati, riservandosi anche per questa richiesta una valutazione in riferimento al necessario rispetto verso le OO.SS. e delle norme contrattuali di riferimento.
Da ultimo si rappresenta che allo stato non è pervenuta alcuna documentazione inerente la proposta di dotazione organica del ministero, malgrado l'impegno assunto nell'ultima riunione del tavolo nazionale, nessuna convocazione per l'avvio del confronto sul FUA 2015, nessuna calendarizzazione dell'incontro accordato dal sig. Ministro sulle problematiche della riqualificazione professionale dei lavoratori. Al riguardo si richiama l'attenzione delle SS.LL. sulla urgenza delle richieste inoltrate, sottolineando che tale comportamento  risulta non accettabile alla luce delle scadenze prossime, relative alle legittime aspettative dei lavoratori, alla realizzazione della riforma organizzativa e alla garanzia della certezza della retribuzione del salario accessorio dei lavoratori entro il mese di luglio 2015.
Nel rimanere in attesa di urgente riscontro si porgono distinti saluti.
 


FP CGIL MIBAC
Claudio Meloni

 
 


 
 
 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico