Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

News

Relazione incontro del 13 ottobre 2015.

14.10.2015 - RELAZIONE INCONTRO DEL 13 OTTOBRE 2015

Nella giornata del 13 ottobre si è tenuta la prevista riunione per definire la distribuzione dei risparmi di gestione relativi al Fondo di Amministrazione 2013.
   
L'incontro ha avuto un carattere interlocutorio, poiché a fronte della proposta dell'Amministrazione, tutte lo OO.SS. hanno fatto rilevare che sono ancora in corso i lavori del tavolo tecnico per l'individuazione delle figure di particolare responsabilità.

Lo stesso tavolo, tra le varie valutazioni, aveva comunque indicato di procedere con la conferma, sia per il 2013 che per il 2014, degli stessi criteri adottati per 2012, rinviando al 2015 la determinazione di nuovi istituti quale conseguenza della nuova organizzazione centrale e periferica determinatasi attraverso il "progetto di riordino" del Corpo Nazionale.

E' stato, pertanto, proposto, che l'accordo relativo alla distribuzione del fondo 2013 ricalchi quanto già concordato per il 2012, soprattutto per non snaturare e svilire il lavoro che è stato e sarà svolto dal Tavolo Tecnico succitato.

E' stato unanimemente sollevato il problema relativo ai conducenti delle APL (Autopompe Lagunari) in servizio presso il Comando di Venezia, ed è stata chiesta ed ottenuta, per gli stessi e con valenza retroattiva al 2012, la corresponsione dell'indennità prevista per gli autisti inseriti nel dispositivo di soccorso.

E' stata poi affrontata la problematica relativa all'eventuale istituzione della reperibilità del personale tecnico informatico e si è concordato sulla necessità di incentivare la maggior disponibilità di tale figura, ma con alcuni correttivi che l'Amministrazione vaglierà e proporrà in una nuova bozza.

Infine, si è concordato di programmare un nuovo incontro sulle tematiche fin qui accennate per il giorno 11 novembre p.v..

Terminata la discussione sul fondo 2013 si è passati al tema dell'indennità relativa alle specializzazioni.

L'Amministrazione ha confermato che il problema sussiste solamente nel caso in cui nell'arco del singolo mese non risulti nessuna presenza in servizio nel nucleo, essendo fatto salvo che anche un solo giorno o turno di presenza consentirebbe il pagamento dell'intera mensilità in quanto il nostro ordinamento prevede che l'indennità sia corrisposta mensilmente e quindi non è frazionabile.

La FP CGIL VVF ha fatto rilevare che, relativamente ai corsi di formazione, tutti sono afferenti e riconducibili alla specializzazione, compresi quelli di passaggio di qualifica in quanto il passaggio stesso consente di esercitare una nuova funzione all'interno del nucleo e quindi della specializzazione.

Abbiamo chiesto, inoltre, che per il pregresso venga fatto valere quanto la giurisprudenza attuale, dettata dal Consiglio di Stato, sostiene in materia di recupero di somme corrisposte in passato, e cioè che le somme corrisposte ed accettate in buona fede, secondo un'interpretazione precedente dell'Amministrazione, non debbano, in nessun caso, essere restituite.

L'Amministrazione ha precisato che tutto ciò è stato oggetto di specifici incontri con l'Avvocatura Generale dello Stato e che è in attesa del parere formale della stessa da far valere come interpretazione autentica del contenzioso.

Ciò significa che non ci dovrebbero essere problemi per il passato, ma per il futuro, essendo l'indennità di specializzazione un emolumento accessorio, e quindi, soggetto alle regole di questo tipo di istituto strettamente collegato alla presenza in servizio, potrebbero continuare a sorgere problemi qualora nell'arco del mese considerato non risulti nemmeno una presenza.

Tale impostazione, purtroppo, varrà anche in caso di malattie o infortuni dipendenti da fatti di servizio.  

La FP CGIL VVF ha ribadito la propria contrarietà ad emolumenti accessori legati alla mera presenza in servizio ed ha ribadito la necessità di procedere con la piena contrattualizzazione delle diverse indennità (come avvenuto per quella di rischio), poiché ciò, oltre ad affermare la specificità professionale di lavoratori e lavoratrici del Corpo, ne premia il rischio ed il disagio e li salvaguarda anche in caso di assenze per qualsiasi motivo (malattie, ferie, ecc..).  

Come al solito vi terremo puntualmente informati sugli sviluppi della questione.  

Adriano Forgione - Danilo Zuliani.

 

 
 (63.45 KB)Relazione incontro 13 ottobre 2015 (63.45 KB).
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito