1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

News

 
Comunicato
 
 

CCNI 2014 e 2015 per Area Professionisti e Medici.

Dopo il tavolo tecnico all'interno del quale sono state avanzate le richieste e i  chiarimenti sull'utilizzo del fondo per l'area dei tre rami professionisti è proseguita, in data 26/10/2015  la trattativa, a livello nazionale, per il rinnovo del CCNI per gli anni 2014 e 2015 per il personale dell'Area Professionisti e Medici.
L'amministrazione ha fornito alle OO.SS. un prospetto sui costi del  sistema indennitario e della retribuzione di risultato relativo all'anno 2014 dal quale sembrerebbe un peso omogeneo delle tre aree (legali, tecnici e statistici) all'interno del Fondo. Inutile precisare che tale prospetto non ha né soddisfatto né risposto alle nostre domande poste al tavolo tecnico del 22 ottobre u.s..
Inoltre, l'ipotesi formulata dall'amministrazione per il CCNI 2015, non va assolutamente nella direzione dell'accordo di programma sottoscritto il 16 settembre 2014, in quanto determinerebbe non un'armonizzazione ed omogeneizzazione del trattamento accessorio, ma semplicemente l'ennesimo spostamento di risorse verso un'Area specifica dei professionisti a danno di altre, aumentando ulteriormente i divari retributivi complessivi. Deve, invece, evidenziarsi che l'indennità di funzione professionale, che è tesa a riconoscere le specificità e le esigenze collegate alla professione svolta, è rimasta immutata nell'ammontare per i professionisti INPS dal 2007, anno in cui è stata istituita, in attuazione dell'art.101 del CCNL 1 agosto 2006. Per questo abbiamo chiesto la  prosecuzione, in altra data, della riunione tecnica per acquisire  dati al fine di recuperare le risorse per equiparare i livelli indennitari verso i trattamenti economici più favorevoli  già esistenti negli enti soppressi.
Come CGIL abbiamo fatto presente che la bozza di ipotesi del CCNI 2014 non è affatto uguale a quella sottoscritta nel 2013 e che esistono delle difformità rilevanti come per esempio il sistema di valutazione dei professionisti dell''ex INPDAP, che deve tener conto della fase di integrazione, ancora non compiuta nel 2014. Motivo per il quale chiediamo con forza che rimanga invariata la clausola di salvaguardia anche per il CCNI 2014. Siamo inoltre assolutamente contrari all'inserimento nel CCNI 2014 del professionista in posizione di staff agli uffici di supporto agli Organi. Per la FP CGIL qualsiasi maggiorazione  o indennità, a qualsiasi livello e per qualsiasi dipendente, deve essere erogata, esclusivamente, se l'incarico viene effettivamente svolto.
Non si capisce, inoltre, perché mai gli organi, in presenza di strutture operanti, abbiano la necessità del loro "consulente di fiducia". Inoltre, nell'ottica di un utilizzo del   fondo nel rispetto delle norme contrattuali e del suo riequilibrio vogliamo che venga verificato il fondamento normativo alla base delle previsione di figure non previste dal CCNL, retribuite a carico del Fondo, ed individuate, in modo poco trasparente, senza la previa determinazione di procedure e criteri.

Area medica
Come  previsto nel CCNI 2014 dei Professionisti, anche per l'area Medica è stata inserita l'opportunità del rimborso della quota annuale d'iscrizione all'Albo professionale. Spariscono i parametri numerici relativi alla retribuzione di risultato sostituiti da "criteri definiti nel sistema di valutazione e misurazione già in uso all'ente (per l'anno di riferimento)". Il resto è invariato rispetto al 2013. La CGIL ha chiesto, come per i rami professionali, l'apertura di un tavolo tecnico per il CCNI 2015 anche per i medici. Si deciderà se apporre o meno la firma al CCNI 2014 dei Professionisti e Medici solo dopo aver visto e analizzato  anche i CCNI relativi al 2015.

Criteri conferimenti incarichi
In queste ore è stato notificato all'amministrazione l'art. 28, proposto dalla FP CGIL e come già anticipato nel comunicato del 22/7/2015, sui criteri e le modalità di conferimento degli incarichi ai professionisti.        

CCNI Dirigenza
È previsto un incontro per il rinnovo del CCNI della dirigenza per il giorno 5 novembre. L'amministrazione ha intenzione di discutere insieme il 2014 e il 2015 e nel frattempo ha rideterminato, con determinazione che ci è stata appena inviata e che si  allega,  le fasce di retribuzione e il valore della retribuzione di posizione parte variabile. Sull'argomento ci riserviamo un approfondimento.
  Roma, 28/10/2015        

        IL COORDINATORE NAZIONALE FP CGIL INPS            
                                   Oreste Ciarrocchi

 
 
 
 
 
 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico