1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

SAF, CRA Elissoccorso - Trasmissione verbali

09.12.2015 -  SAF, CRA Elisoccorso -  Trasmissione verbali 

Dopo circa sei mesi di discussione, il giorno 2 dicembre u.s., è stato raggiunto l'accordo tra Amministrazione e OO.SS. maggiormente rappresentative sulle Circolari SAF, CRA (Contrasto al rischio acquatico) e Elisoccorso. Gli accordi fissano, ognuno per il proprio settore di riferimento, criteri e organizzazione perfettamente in linea con il progetto di riordino affidando ai Direttori Regionali le modalità di applicazione delle stesse.
Tante le novità apportate grazie anche alle indicazioni pervenute dal territorio.  
Per quanto riguarda gli Elisoccorritori si parla ormai di licenza di equipaggio e il titolo autorizzativo (l'Amministrazione, su richiesta anche della CGILVVF verificherà la possibilità di inserire la dicitura brevetto) ricambiando i tanti sforzi fatti dal personale impegnato nel settore che da anni chiedeva un concreto riconoscimento. Il  pacchetto didattico, che verrà sottoposto alla visione delle OO.SS. e che attualmente è in fase di predisposizione e studio da parte della DCF, dovrebbe consentire al  settore di elevare il livello di professionalità, grazie ad una maggiore preparazione dell'operare Elisoccorritore all'interno di un settore dedicato come quello degli aeronaviganti con un percorso specifico.
Per il settore SAF si è giunti alla definizione di un pacchetto innovativo, completamente stravolto rispetto all'attuale, che prevede nel primo livello, il base, una professionalità e una competenza indirizzata anche ai vigili neo assunti, pari a quella impartita oggi nell'1B. Gli attuali 2A e tutti i 2B che non entreranno a far parte degli Elisoccorritori (vedi transitorio), verranno denominati SAF avanzato e saranno il livello più alto del settore.  
Innovazione anche per coloro che opera nel Contrasto al rischio acquatico (CRA), ormai completamente slegati dai SAF, con competenze e campi di intervento specifici, organizzati in un settore indispensabile, a nostro parere, per la sicurezza idrogeologica del nostro paese. Importante aver stabilito le modalità di intervento così da garantire una piena collaborazione con i Nuclei SSA i veri specialisti dell'acqua. SFA e SA ognuno per le competenze e abilità possedute, opereranno in ambienti alluvionali, nell'alveo dei fiumi, in presenza di masse d'acqua in movimento, in acque aperte per il salvataggio di persone e/o animali, per la rimozione di ostacoli in prossimità dei ponti, per il recupero di veicoli ecc. così come decritto sui manuali operativi.
Infine e non da poco l'aver stabilito, come evince dai verbali allegati, che gli effetti organizzativi e gestionali dei singoli settori saranno monitorati dall'Amministrazione al fine di garantire un immediato intervento di modifica laddove dovessero manifestarsi  criticità e disservizio. 

 

 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico