1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 
 

News

 
Riunione al DAP con il nuovo Capo del Personale
 

Coordinamento Nazionale Polizia Penitenziaria
 COMUNICATO

 Si è tenuto in data odierna presso il DAP il primo incontro tra le organizzazioni sindacali rappresentative del Corpo di Polizia Penitenziaria ed il nuovo Capo del Personale. Nel suo intervento la FP CGIL ha messo in evidenza la necessità di imprimere un'accelerazione al confronto, che negli ultimi tempi è venuto a mancare, tra la parte pubblica e le organizzazioni sindacali su una serie di questioni che interessano molto da vicino il personale di Polizia Penitenziaria.
 Per questo motivo, al fine di recuperare il tempo perso dall'amministrazione negli ultimi anni, ha chiesto di mettere in calendario con urgenza una serie di incontri sui seguenti temi:
 1) mobilità ordinaria del personale appartenente al ruolo dei sovrintendenti e degli ispettori;
 2) dotazioni organiche e criteri di mobilità del personale di Polizia Penitenziaria nelle sedi extra moenia;
 3) riordino delle carriere del personale delle Forze di Polizia;
 4) ipotesi di accordo sul F.E.S.I. 2016; 5) stress lavoro-correlato e benessere organizzativo.
 Abbiamo inoltre ribadito la richiesta di avviare quanto prima la procedura concorsuale della prova scritta del concorso interno per l'accesso alla qualifica iniziale del ruolo degli ispettori, ferma al 2010, e di emanare un concorso per l'accesso al ruolo dei sovrintendenti. Altro aspetto da affrontare con urgenza è quello dello smaltimento del lavoro arretrato in materia di trasferimenti ex legge 104/92. Anche in questo caso l'amministrazione ha dimostrato una certa lentezza nel rispondere alle istanze avanzate dal personale, cosa che non ha consentito a persone diversamente abili di vedersi riconosciuto un diritto normativamente previsto. Infine, abbiamo chiesto al Capo del Personale di fare una rilevazione sulla distribuzione delle uniformi, che non risultano sufficienti a garantire le reali esigenze del personale che lavora negli istituti penitenziari, e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, argomento da sempre trascurato dall'amministrazione penitenziaria. Il Dottor Buffa ha replicato sostenendo di condividere il metodo di lavoro proposto. Ha precisato di ritenere fondamentale la necessità di stabilire delle regole e di pretendere il loro rispetto da ambo le parti. Ha ribadito che nella sua carriera professionale ha vissuto di confronto e che non ha nessuna intenzione di cambiare atteggiamento in questa sua nuova veste. Ha concluso dicendo di aver già messo in calendario una serie di incontri con le organizzazioni sindacali sui temi indicati e di voler procedere quanto prima, con il consenso del Capo del Dap, ad aprire i tavoli di confronto. La FP CGIL coglie positivamente l'apertura al confronto fatta dal Capo del Personale e lo attende alla prova dei fatti, nella speranza che questa sia la volta buona per una reale svolta nell'amministrazione penitenziaria. Vi terremo informati sui futuri sviluppi della vicenda.
Roma, 8 febbraio 2016 
   
p. la FP CGIL NAZIONALE
Massimiliano Prestini 

 
 
 



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico