Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

EPSU - 45ma riunione Comitato permanente amministrazioni centrali (NEA)

nea

Bruxelles, 23 febbraio 2016

Si è svolta il 23 febbraio 2016 a Bruxelles la 45a riunione del Comitato permanente delle amministrazioni centrali (NEA) .Ha aperto la riunione il Segretario Generale dell'EPSU Jan Willem Goudriaan, con una attenta ed approfondita relazione che ha illustrato lo stato della contrattazione nei vari stati, con relativi blocchi dei contratti e perdita dei salari, le problematiche recenti dovute alla sospensione di Schengen in alcuni stati ed alla possibile Brexit.

Goudriaan si è poi particolarmente soffermato sulla gravissima situazione dell'emergenza migranti sulla quale sia l'EPSU che PSI hanno preso chiare posizioni. Si è inoltre congratulato con i membri del Comitato di dialogo sociale per le amministrazioni centrali (SDC CGA)  per la firma dell'Accordo sul diritto all'informazione ed alla consultazione, importante risultato raggiunto a fine dicembre dopo un anno di negoziati. Nel corso della riunione si  è parlato dell'iter dell'Accordo all'informazione ed alla consultazione che in circa due anni potrebbe diventare una direttiva;

Si è dunque aperta la discussione e, come FPCGIL, in considerazione del diretto coinvolgimento del nostro paese nella questione dei migranti, abbiamo sottolineato come l'EPSU deve farsi promotore di una campagna culturale a favore della solidarietà, dell'accoglienza e  dell'istituzione di canali umanitari; solo una gestione ordinata e controllata dei flussi può permettere che ci sia la giusta risposta dei servizi pubblici nella gestione dell'emergenza. Tale campagna deve servire a influenzare effettivamente la politica, visto che questa situazione, che mette a rischio le conquiste dell'Unione in questo momento, come ad es. la sospensione di Schengen,  dipende da un approccio sbagliato della politica europea proprio nella gestione della questione migranti.
Abbiamo inoltre fatto presente la situazione della contrattazione in Italia, che dopo l'atto di indirizzo della Funzione Pubblica, dovrebbe riaprire una stagione di negoziazione sui contratti pubblici, contrattazione ferma da oltre 8 anni.
Oltre a ciò abbiamo segnalato anche la questione dell'attacco al diritto di sciopero, verificatasi a seguito della vicenda Colosseo, con l'emanazione di un decreto che mette la fruizione dei beni artistici alla stessa stregua del diritto alla salute o alla giustizia.

Si sono analizzati gli esiti della riunione dello steering group su Salute e Sicurezza tenutosi lo scorso 18 febbraio.

Si è parlato della situazione degliispettori nelle pubbliche amministrazionie dei tagli a questo servizio nei vari paesi, da parte nostra prepareremo una scheda informativa sulla questione da inviare al Comitato.Abbiamo inoltre approvato il Programma di lavoro del Comitato NEA da mettere in atto con una risoluzione del Congresso EPSU ed abbiamo incominciato ad analizzare la questione della salute e della sicurezza nelle Amministrazioni Centrali che sarà oggetto di due seminari regionali nel corrente anno.

Si è poi parlato del tema della giustizia fiscalee della necessità di armonizzazione nei vari stati dell'Unione nonché del problema del contratto del personale che opera nelle ambasciate con funzioni domestiche o di supporto, indicando quella dei Paesi Bassi come buona prassi da seguire negli altri stati membri.

Si è inoltre affrontato il calendario degli impegni dell'anno corrente. Il primo appuntamento sarà dal 14 al 16 di marzo con il seminario  sulla Migrazione  e l'asilo negli stati dell'Unione (Rafforzare il ruolo delle organizzazioni sindacali. dei servizi pubblici  a protezione dei diritti umani e nella offerta di servizi pubblici ai migranti, richiedenti asilo e rifugiati).

Nicoletta Grieco, FP CGIL nazionale, rappresentante italiana nel Comitato permamente NEA

 
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito