1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Comunicato unitario

Roma, 08 luglio 2016

SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA CCNI 2015

È giunto a conclusione nel corso della giornata odierna il percorso di definizione del CCNI 2015, avviato lo scorso 17 febbraio con la firma della relativa ipotesi. I ministeri vigilanti, come avevamo anticipato con il comunicato unitario dello scorso 4 luglio, hanno dato il via libera alla sottoscrizione definitiva dell'accordo che nei contenuti non muta rispetto al testo licenziato e certificato dal Collegio dei Sindaci. La firma definitiva del contratto integrativo consentirà, a partire dall'erogazione del saldo incentivante 2015, l'applicazione di tutte quelle novità, sul piano giuridico ed economico, previste nell'accordo e riassumibili nei seguenti punti:
-  aumento del Fondo di Ente che passa, al netto di quanto destinato all'erogazione dell'indennità di ente ed al finanziamento degli sviluppi professionali, da 311.567.364,89 € a 366.914.950,00 €;
-  incremento del TEP ed estensione della sua applicazione anche al personale in comando presso l'Istituto. I nuovi valori saranno 445,00 € per i C5/C4  420,00 € per i C3  e 410,00 € da A1 a C2 con un aumento, a decorrere dall'1/1/2015, rispettivamente di 55,00 € - 50,00 € e 45,00 €;
-  introduzione di una maggiorazione del 10% del coefficiente individuale di attribuzione degli incentivi per il personale delle strutture territoriali con un impegno, attraverso il CCNI 2016, alla sua estensione anche al personale operante presso le Direzioni regionali;   
-  mantenimento della maggiorazione del 15% del coefficiente individuale di attribuzione degli incentivi per il personale amministrativo inquadrato in area C e addetto all'attività di contenzioso in materia di invalidità civile;
-  conferma della griglia delle posizioni organizzative secondo la tabella del CCNI 2014 ad eccezione dell'aggiunta dello Specialista in materia di benessere organizzativo, del Responsabile delle strutture sociali (convitti e case di riposo) e del Controller regionale.
-  impegno, con una specifica dichiarazione congiunta, a valorizzare, con la contrattazione integrativa 2016, la figura del tutor per la verifica amministrativa prevista dalla circolare Inps n.147/2015.  

Il CCNI 2015 rappresenta il punto di arrivo di un percorso negoziale di confronto che, dalla sottoscrizione dell'Accordo di programma 2014/2016 passando per la firma del Verbale di intesa per i passaggi economici all'interno delle aree, ha consentito di omogeneizzare i trattamenti economici ed attivare percorsi di crescita professionale, mentre altri preferiscono denigrare il lavoro altrui salvo poi esigere l'applicazione di istituti economici e giuridici sanciti in accordi che, puntualmente, alla faccia della coerenza tanto sbandierata, non sottoscrivono. Noi proseguiremo nel lavoro intrapreso perché altre sfide ci attendono, l'avvio del confronto sul CCNI 2016, la stabilizzazione dei comandati, la revisione del sistema di misurazione delle attività, le politiche assunzionali, il confronto sul nuovo modello di ordinamento dei servizi: su queste materie, come abbiamo scritto il 24 giugno u.s., attendiamo l'Amministrazione al varco.    

FP CGIL/INPS Oreste CIARROCCHI  
CISL FP/INPS Paolo SCILINGUO
UIL PA/INPS Sergio CERVO

 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico