Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

News

Sicurezza/Cfs: Comunicato Unitario OO.SS.

DALLA PARTE DEL PERSONALE, SEMPRE!
Notiamo con sempre maggior stupore gli interventi scomposti e non richiesti da parte della Segreteria del capo del Corpo che continua ad emanare note che rasentano il ridicolo su argomenti inerenti le relazioni sindacali di cui si ignorano persino le differenze basilari tra concetti come quello della consultazione, dell'informazione preventiva e dell'esame. A dimostrazione della sempre maggiore debolezza di un capo isolato dal restante personale, registriamo quindi la sua totale assenza alle riunioni, alle quali, esautorando la figura del responsabile dell'Ufficio Relazioni Sindacali, manda allo sbaraglio alcuni "dirigenti" ignari di quanto è stato sin qui pianificato alle spalle di tutti noi, per poi limitarsi a "concedere", bontà sua, alle OO.SS. e quindi al personale, qualche minima spiegazione al riparo da critiche e confronto, nascondendosi dietro una asettica quanto inutile nota scritta. Ci sarebbe molto da ridere leggendo in particolare la nota n. 230/Ris. in data 27/09/2016 (l'intestazione della nota fa riferimento ad un generico Ispettorato Generale ... neanche il coraggio di metterci la faccia!!) ma, ahimè, poiché riguarda le sorti dei Forestali, purtroppo prevale la disperazione nel constatare in quali mani siamo e soprattutto a chi è demandato decidere sulle nostre sorti, l'abisso di incompetenza e cialtroneria di tali figuri, oltre all'ormai arcinoto totale spregio dei Forestali e delle loro vite! Tuttavia, troviamo SCONCERTANTE persino noi che siamo abituati alle assurdità e nefandezze firmate in tutti questi anni dal capo del Corpo, leggere in una nota a sua firma che "gli atti che l'amministrazione si accinge ad adottare siano esclusi dalla portata normativa delle disposizioni che regolano le relazioni sindacali e, in particolare, dal D.P.R. 18 giugno 2002, n. 164" avendo premesso che i sindacati, secondo le menti geniali che hanno redatto tale nota, avrebbero "concordato" su tale affermazione. È inutile precisare che tale affermazione sia priva di ogni fondamento in quanto è palese a tutti che gli argomenti oggetto dei provvedimenti da emanare rientrano appieno in quanto disciplinato dal contratto delle FF.PP., ma tant'è ... purtroppo, conoscendo i soggetti, siamo sempre più convinti che tale falsa affermazione non sia dovuta al dolo o alla malafede ma alla beata ignoranza! È utile, invece, ricordare che nella riunione del 20 settembre scorso le OO.SS. si sono limitate legittimamente a discutere delle sole materie oggetto di CONSULTAZIONE, così come ribadito dalla parte pubblica in sede di riunione, ovvero di quelle materie che attenevano esclusivamente al rapporto di impiego, con particolare riguardo agli atti amministrativi inerenti lo stato giuridico, previdenziale ed assistenziale del personale nelle nuove amministrazioni di destinazione! Altri argomenti attengono a materie oggetto di informazione preventiva che l'amministrazione è tenuta a dare con congruo anticipo alle OO.SS. fornendo la documentazione necessaria! Nel rispedire al mittente la frase "ulteriori attività da parte di questa amministrazione sembrerebbero, non solo superflue, ma addirittura non dovute", invitiamo qualcuno che ci ha portato sino a questo punto di scontro per non avere mai condiviso nulla prima, a rileggere attentamente le norme che regolano le relazioni sindacali, a cui ci si dovrà attenere scrupolosamente, non per generosa "concessione" o per umana carità, ma per ADEMPIMENTI DI LEGGE: visto che di rispetto verso il Personale non se ne parla più da anni! Ricordiamo a tal proposito che da questo momento in poi, chi sarà responsabile di atti omissivi o complice della gestione di tale delicata fase senza il prescritto rispetto di quanto stabilito da leggi dello Stato, sarà denunciato in ogni sede per comportamento antisindacale o per qualunque altra fattispecie prevista, rispondendo in prima persona dei propri comportamenti e dei procedimenti avviati, a cominciare dall'organizzazione degli accessi agli atti fatto in fretta e furia, senza il rispetto di quanto previsto dalla norma in materia di classificazione dei fascicoli personali, con scadenze illegittime e con colleghi convocati dall'oggi al domani, al di fuori dell'orario di servizio: gli avvocati sono già al lavoro! A chi ha scelto da quale parte della trincea stare, avvisiamo che siamo al tiro ad alzo zero! La battaglia continua e noi sappiamo da che parte stare ... DALLA PARTE DEL PERSONALE
     

 (78.71 KB)Download comunicato (78.71 KB).
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito