Logo FP CGIL

www.fpcgil.it

News

 
Agenzia delle Entrate: Accordo sindacale dell'1.2.2017


Il 1 febbraio Ŕ stato firmato il nuovo accordo sul telelavoro domiciliare. Un accordo voluto fortemente dalla CGIL e da chi ha creduto, firmando il primo accordo del 26 maggio 2010, nella possibilitÓ di avviare anche nell'Agenzia delle Entrate una modalitÓ lavorativa flessibile, in grado di coniugare le esigenze del lavoratore che si trova in particolari condizioni personali e familiari che rendono difficoltoso e particolarmente gravoso garantire una regolare presenza in ufficio, con quelle dell'Agenzia, che pu˛ impiegare in modo continuativo e stabile personale di elevata professionalitÓ, competenza e specializzazione. Con il nuovo accordo le postazioni attivabili sono 400 e saranno ripartite a livello regionale secondo criteri che terranno conto in prima applicazione dell'organico regionale. Ricordiamo che il primo accordo prevedeva la possibilitÓ di attivare 100 postazioni.. Tutti i dipendenti dell'Agenzia, con contratto di lavoro a tempo indeterminato e non titolari di posizioni organizzative o incarichi di responsabilitÓ, potranno manifestare il proprio interesse ad aderire al telelavoro al responsabile dell'ufficio, il quale verificata la sussistenza dei requisiti previsti dall'accordo predispone la proposta di progetto e la trasmette per la valutazione alla Direzione Regionale/Centrale competente. Il progetto avrÓ durata biennale. In presenza di domande superiori ai posti assegnati a livello regionale si formerÓ una graduatoria utilizzando i criteri concordati. Sia l'avvio della procedura per l'assegnazione delle postazioni di telelavoro ( ogni due anni) sia l'esito della medesima saranno oggetto di informativa alle OO.SS. regionali. Per i tutti gli aspetti tecnici rimandiamo al testo dell'accordo allegato. Esprimiamo soddisfazione per il risultato raggiunto nella consapevolezza che le forme di lavoro flessibile a beneficio delle lavoratrici e dei lavoratori non si esauriscono nel telelavoro domiciliare e tale circostanza viene ribadita nell'accordo nel quale sono previste nuove modalitÓ di lavoro agile sperimentate e da sperimentare ( smart working e co working).

Roma 6 febbraio 2017

FP CGIL Nazionale 
Carmine Di Leo 
FP CGIL Nazionale 
Luciano Boldorini

 (19.87 KB)Download nota (19.87 KB).
 (3.58 MB)Download accordo (3.58 MB).
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito