1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Completato il confronto sulla stesura dei decreti 139 e 217 e confermato il giudizio complessivamente positivo sulle soluzioni concordate per le lavoratrici e i lavoratori del Corpo.

 
 

13.02.2017 - Vigili del Fuoco 

Completato il confronto sulla stesura dei decreti 139 e 217 e confermato il giudizio complessivamente positivo sulle soluzioni concordate per le  lavoratrici e i lavoratori del Corpo

Il confronto con il Ministro Minniti di mercoledì, proseguito con due giornate di negoziato con i vertici del Dipartimento e concluso oggi con l'incontro con il Sottosegretario Bocci, ha fatto registrare registrato importanti progressi sulla strada del riconoscimento del lavoro delle lavoratrici e lavoratori del Corpo, a partire naturalmente dai Vigili del Fuoco.

In particolare vorremmo mettere in rilievo che:

Sono confermate risorse sufficienti (50 mln € per il 2017 e altri 50 mln per il 2018) per il riconoscimento a tutto il personale, compreso il quello amministrativo-tecnico-informatico, di una indennità specifica, da attivare con una specifica contrattazione integrativa.

E' ormai certo, e ribadito dalla parte politica, che sarà ripristinato il bonus degli 80 euro per tutto il 2017. Torneremo a sostenere la richiesta di stabilizzazione del bonus, da realizzare in sede di rinnovo contrattale che continuiamo, testardamente, a richiedere quasi da soli.

Le modifiche al 217/05 ed al 139/06 assumono, nel nuovo testo, (che ci sarà presentato nei prossimi giorni dopo il confronto odierno con il Ministero della Funzione Pubblica) una configurazione "minima" intervenendo soltanto:

Per il 217/05
- sull'organizzazione dei nuovi servizi derivanti dal passaggio delle funzioni dal Corpo Forestale;
- sulla stabilizzazione delle norme per i passaggi di qualifica a Capo Squadra e Capo Reparto;
- sulla norma interpretativa sulla decorrenza giuridica di tali passaggi;
- sull'innalzamento della riserva dei posti per il personale discontinuo da 25% al 35%;
- sull'inserimento di una riserva del 10% per il personale discontinuo VVF nei concorsi della Pubblica Amministrazione;
- sulla possibilità di mobilità verso il Corpo nazionale VVF per i Vigili del Fuoco in servizio presso i Corpi di Trento, Bolzano e della Valle d'Aosta;
- su una modifica dell'art. 134 migliorativa per il personale parzialmente idoneo;
- sull'istituzione del Fondo con i 50 + 50 milioni che verranno stanziati.

Per il 139/06 
- sull'adeguamento delle norme di Prevenzione Incendi;
- sulla revisione del Comitato Tecnico Scientifico e dei Comitati Tecnici Regionali;
- sulle modifiche all'art. 24 (interventi di soccorso pubblico);
- sulle modifiche all'art. 26 bis (formazione interna ed esterna).

Sempre sul 139, sventato il tentativo di subordinare il Corpo Vvf e "prefettizzarne" il Capo, non possiamo purtroppo registrare, nella sua riscrittura, ulteriori avanzamenti verso una maggiore autonomia e più rilevanti responsabilità per il Capo del Corpo dei Vvf che abbiamo, comunque, continuato a richiedere. 

Resta naturalmente ferma la nostra determinazione per l'unificazione del vertice a cura di un dirigente di provenienza del Corpo stesso.

Per il resto, quindi anche tutta la parte ordinamentale, abbiamo registrato e apprezzato la disponibilità del Governo, rappresentato dal Sottosegretario Bocci, ad aprire nei prossimi giorni una nuove fase di confronto sindacale per porre mano a criticità e necessità che noi stessi da tempo abbiamo segnalato.

Le soluzioni possibili e concordate verrebbero tradotte di precisi atti del Ministro.

Il Sottosegretario si è impegnato a definire con le organizzazioni sindacali una precisa agenda per rendere agile e concreto il percorso anche su una questione per noi centrale come quella legata al piano di reclutamento dei Vigili del Fuoco, che dovrà intanto utilizzare le graduatorie ancora valide e utili.

Saremo naturalmente attenti alla formulazione dei nuovi testi, che ci verranno presentati prima che vengano assunti dal Governo, per l'attuazione della delega Madia in tema di riordino e razionalizzazione del Corpo dei Vigili del Fuoco.

Alla luce di questi esiti - e in conclusione - non possiamo che ribadire l'opportunità e utilità della mobilitazione che la FP CGIL ha realizzato in tutti i territori, della nostra pressione per rimettere al centro il valore del lavoro degli appartenenti al Corpo dei Vigili del Fuoco che si avviano verso importanti riconoscimenti non solo formale della loro straordinaria opera di questi difficili mesi e non solo.

Alla fine sono arrivati importanti frutti, nell'interesse dei lavoratori del Corpo dei Vvf e dei cittadini.

Nei prossimi giorni, quando disporremo dei testi, daremo a tutte e tutti l'informazione adeguata.

Il Coordinatore Nazionale FP CGIL VV.F.    Il Segretario Nazionale FP CGIL
           Danilo ZULIANI                              Salvatore CHIARAMONTE

 

 


  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico