1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

Quesiti medici

Libera professione intramuraria e specializzazione

Quesito
Il dirigente puo' svolgere l'attività libero professionale in disciplina diversa da quella in cui svolge la sua attivita' lavorativa (naturalmente purche' sia in possesso della specializzazione in quella disciplina)?

Ad esempio può un ortopedico esercitare l'attivita' libero professionale come odontoiatra ?

Le norme in vigore cosa dicono a questo proposito? e quali sono le norme in vigore?

Risposta
Preliminarmente appare opportuno evidenziare che il DPCM 27 marzo 2000, tuttora vigente, demandava la ulteriore regolamentazione della ALPI all'emanazione di "linee guida regionali, atti e regolamenti aziendali, il tutto eventualmente ridefinito nell'ambito dell'emanazione delle ulteriori Linee guide regionali emanate ai sensi dell'Art. 9 del CCNL 03/11/2005.

Qualora nella Regione e/o nell'azienda in cui si opera, quanto sopra richiamato non abbia prodotto modifiche rispetto al quesito posto, il DPCM sopra richiamato, ci aiuta a chiarire i quesiti posti, e cioè:

D: può un dirigente medico esercitare l'attività libero-professionale in disciplina diversa da quella in cui svolge la sua attività lavorativa (naturalmente purchè sia in possesso della specializzazione in quella disciplina, ovvero in una disciplina equipollente)?

R. Si, a condizione che non possa esercitare l'attività libero-professionale nella propria struttura o nella propria disciplina, purchè autorizzato e purchè sia in possesso della specializzazione o di una anzianità di servizio di cinque anni nella disciplina stessa.

Al di fuori di tale contesto, casi da te evidenziati (tipo: un ortopedico che eserciti l'attività libero professionale come odontoiatra) sono da considerarsi palesemente illegittimi, e quindi da contrastare.

Per maggiore informazione si riporta la norma del DPCM.

Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri 27 marzo 2000

ATTO DI INDIRIZZO E COORDINAMENTO CONCERNENTE L'ATTIVITA' LIBERO-PROFESSIONALE INTRAMURARIA DEL PERSONALE DELLA DIRIGENZA SANITARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
(Gazzetta Ufficiale 26 maggio 2000 n. 121)

Omissis...."4. L'attivita' libero-professionale e' prestata nella disciplina di appartenenza. Il personale che, in ragione delle funzioni svolte o della disciplina di appartenenza, non puo' esercitare l'attivita' libero-professionale nella propria struttura o nella propria disciplina, puo' essere autorizzato dal direttore generale, con il parere favorevole del collegio di direzione e delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria, ad esercitare l'attivita' in altra struttura dell'azienda o in una disciplina equipollente a quella di appartenenza, sempre che sia in possesso della specializzazione o di una anzianita' di servizio di cinque anni nella disciplina stessa. Omissis...."



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico