1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

Sanità, tra malaffare e tagli a pagare sono cittadini ed operatori

 
Dichiarazione stampa
di Rossana Dettori, segretaria nazionale FPCGIL
e Massimo Cozza, segretario nazionale FP CGIL Medici

 
Sono giorni difficili per la sanità italiana, dove si assiste ad uno scontro istituzionale tra Governo e Regioni sulle risorse, e dove continuano ad emergere situazioni di malaffare, legate in particolare ai rapporti tra pubblico e privato.

Noi riteniamo che il taglio reale delle risorse programmate per la sanità, di circa 7 miliardi, metterà in ginocchio tutte le Regioni, virtuose e non, con maggiori ricadute negative proprio laddove - come nel Lazio, la Campania, la Sicilia e nella stessa Abruzzo - è avviato un piano di rientro.

Decurtare in modo indiscriminato posti letto, servizi e personale, è una linea sbagliata che ricade in primo luogo sui cittadini, ai quali non potranno essere garantite le prestazioni essenziali su tutto il territorio nazionale, e potranno dover pagare il ticket anche se esenti per gravi malattie croniche e con basso reddito.

Agli operatori sanitari, così come per tutto il pubblico impiego, viene sottratta una parte cospicua della retribuzione, con il taglio del 10% dei fondi della contrattazione integrativa e della maggioranza delle voci stipendiali nei primi 10 giorni di malattia, e con finanziamenti inaccettabili per il biennio 2008-2009.

Questo quando i medici pubblici sono senza contratto da trenta mesi, così come 150.000 operatori della sanità privata in sciopero il 19 settembre. E dove da una parte si taglia il personale, dall'altra si elimina il diritto al riposo per i medici ospedalieri, che saranno sempre più costretti a turni prolungati, con una maggiore probabilità di errori sanitari.

C'è infine da registrare la necessità e l'urgenza non solo di maggiori controlli e di trasparenza, ma anche di nuove regole tra pubblico e privato in sanità. Basti pensare che proprio le Regioni con il maggior deficit, come l'Abruzzo, hanno la maggioranza dei posti letto delle strutture private.



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico