1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Io Lavoro Pubblico

 
 
Consulta On line.
 
 

 
 
Esperto risponde.
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 
Rassegna stampa.
 
Contenuto della pagina

News

Sanità Privata - vertenza contrattuale CCNL 2006/2009 - Documentazione Conferenza delle Regioni e sciopero 18 Settembre 2008

Comunicato di Fabrizio Rossetti, Comparto SanitÓ Fp Cgil nazionale

 
Pubblichiamo la nota della Conferenza delle Regioni con la quale la stessa comunica di aver approvato e fatte proprie le linee di indirizzo definite dalla Commissione Salute degli Assessori Regionali alla SanitÓ sulla ormai nota vicenda del mancato rinnovo contrattuale del personale della SanitÓ privata.

Un documento dal quale emerge chiaramente, al di lÓ dei riferimenti normativi e dei combinati disposti, la precisa e reiterata volontÓ delle associazioni datoriali, in particolar modo ARIS ed AIOP, ma anche della Don Gnocchi, di non procedere al rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei 150.000 lavoratori del Comparto SanitÓ Privata, se non a fronte di un adeguamento delle tariffe giÓ dichiarato impossibile dalle stesse Regioni.

Le note a verbale riportate nel documento degli Assessori Regionali, poi, appaiono ancora pi¨ gravi dell'insostenibile atteggiamento evidenziato sin qui dalle associazioni datoriali nei confronti delle Regioni.

Da quelle note, infatti, emergono chiaramente ed in tutta la loro pochezza quelli che sono sempre stati i reali interessi dei datori di lavoro su tutta la vicenda del mancato rinnovo: sapendo sin dall'inizio che le Regioni avrebbero resistito a questo ignobile "do ut des" (aumento delle tariffe in cambio della garanzia del contratto), ARIS, AIOP E DON GNOCCHI, si sono comunque rifiutate di aprire le trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro. Ora dichiarano che, comunque sia, se rinnovo dovrÓ essere, questo non potrÓ che avere decorrenza dal 1░ Gennaio 2008.

E le risorse che dovevano essere accantonate per il 2006/2007?
E gli utili, i tanti utili prodotti in quel biennio dai datori di lavoro della sanitÓ privata?
E, in tutto questo, cosa c'entrano quelle 150.000 donne ed uomini che quotidianamente garantiscono servizi e prestazioni sanitarie ai cittadini con stipendi ormai falcidiati dall'inflazione?
Ed il loro diritto al contratto di lavoro?

La lettura del documento allegato non fa altro che rafforzare la convinzione, peraltro giÓ fortissima, che la vertenza va inasprita, che va confermata la mobilitazione e che lo sciopero nazionale, giÓ proclamato per il 18 settembre 2008, dovrÓ essere un'iniziativa, non solo partecipata e riuscita, ma anche di forte e precisa denuncia nei confronti di un sistema datoriale che, come abbiamo ripetutamente osservato in questi ultimi mesi, non risparmia mai di lucrare sul diritto alla salute dei cittadini, sul diritto al contratto dei lavoratori.

I prossimi giorni ci incontreremo con CISL e UIL per cominciare a ragionare sulle modalitÓ di svolgimento delle iniziative di mobilitazione in occasione della giornata del 18 settembre.

 
Roma, 4 agosto 2008



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. FacciamoÔÇŽ https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica Ô×í´ŞĆ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico