1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

News

Sanità: Rottura Trattativa con Aiop

L'atteggiamento arrogante dell'aiop ha determinato l'ennesima rottura al tavolo delle trattative per il rinnovo del secondo biennio economico 2004/2005.

Dopo l'ennesimo incontro con la Delegazione AIOP in data odierna, volto a tentare fino all'ultimo l'individuazione di una ragionevole soluzione per la sigla della pre-intesa sul 2° biennio economico, abbiamo dovuto ancora una volta constatare il vergognoso e offensivo atteggiamento di questa Associazione datoriale, manifestamente in violazione delle fondamentali regole di corrette relazioni sindacali e che mantengono "sotto scacco" i diritti di 150 mila lavoratori che da 36 mesi attendono il rinnovo dell'intesa economica.
Questa controparte datoriale, continuando a insistere nel condizionare il contratto agli accordi con le regioni, infatti, ha ritenuto addirittura "offensivi" i contenuti della lettera del Coordinatore nazionale Assessore Rossi in data 19 dicembre, e pertanto inutili rispetto alla prosecuzione della trattativa.
Ci è stato chiesto di sottoscrivere un accordo che oltre a non fissare i tempi massimi di corresponsione degli arretrati (che di fatto erano ancora l'inqualificabile una tantum - peraltro con la clausola della corresponsione ai presenti in servizio alla data del 21 dicembre!!), pretendeva anche un nostro impegno a condizionare la pessima intesa alla totale copertura da parte delle regioni non solo delle prestazioni a partire dal 2007 ma anche di quelle pregresse (le regioni dovrebbero farsi carico anche del biennio 2004/2005!!).
Durante il confronto è emersa la nostra disponibilità, dopo aver precisato che il rinnovo si fa sugli arretrati, sui tempi di pagamento (giugno 2007, prorogabile ad ottobre per le situazioni certe di crisi) e sulla opportunità di richiedere con determinazione alle Regioni i necessari adeguamenti delle tariffe, dove ancora non riconosciuti.
A fronte di una situazione oramai gravissima e non più tollerabile invitiamo tutte le strutture territoriali e regionali ad avviare forti iniziative in merito ai seguenti punti:

 Occupazione immediata di tutte le sedi AIOP Regionali
 Occupazione delle strutture aderenti all'AIOP in tutti i territori
 Denunce ex art.28 per tutte le strutture che unilateralmente eroghino acconti sul biennio economico a titolo di anticipo
 Denuncia pubblica di tentativi di accordi aziendali separati

Vi informiamo inoltre che abbiamo inviato una lettera unitaria agli Assessori alla Salute e al Coordinatore Nazionale per chiedere anche alle Regioni un intervento forte e definitivo sul merito della questione, che obblighi anche i referenti istituzionali a impedire il procrastinarsi di una situazione così inaccettabile e vergognosa.
In attesa di aggiornarvi sulle prossime iniziative e sugli esiti dell'incontro di domani con la delegazione dell'Aris, a seguito del quale ci riserviamo di programmare la proclamazione di scioperi, vi alleghiamo copia dei telegrammi unitari inviati alla Conferenza Stato Regioni e al Ministro della Salute.

FP CGIL
Rossana Dettori 
CISL FP
Daniela Volpato 
UIL FPL
Carlo Fiordaliso

Roma, 21 dicembre 2006



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. Ora serve uno scatto per il rinnovo del contratto di dirigenti e professionisti delle Funzioni Centrali. Facciamo… https://t.co/mVUy25tnQ... 3 ore fa 29/07/2019 15:39 1155835240528695296
  2. RT @FpCgilVVF: Traditi, per i Vigili del Fuoco dal governo solo bluff! La nostra denuncia in un articolo di @repubblica ➡️ https://t.co... ieri 28/07/2019 12:45 1155429183239217157
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico